Tag

campo grande Archivi | FC Milano Molotov

Una vittoria importante per la corsa ai Playoff!

By | Risultati | No Comments

F.C. Milano Molotov – SHC Firelions Serenissima 9-4

Torna il campionato italiano a Campo Grande e F.C. Milano inanella la terza vittoria consecutiva portandosi a 12 punti in classifica e consolidando il 6º posto in classifica.

I Molotov scendono in campo con l’obbiettivo di portare a casa 3 punti utili per avvicinarsi ai play off, e dopo solo 53 secondi passano in vantaggio.
I primi 15 minuti sono un dominio RossoBlu: il bomber austriaco Palermo mette a segno le prime 3 marcature (da segnalare il secondo gol in inferiorità numerica di 3vs5), poi Brambilla e Kuusk portano il risultato sul 5-0.
Verso la fine del periodo la squadra ospite segna 2 gol, ma senza riuscire a togliere il pallino del gioco alla squadra meneghina.

Nel secondo tempo F.C. Milano gestisce il risultato, facendo girare tutti i suoi atleti. Serenissima prova a riaprire la partita segnando un gol all’inizio del periodo, ma i Molotov non si scompongono e con Pereira e il secondo gol di Brambilla riportano la squadra veneta a distanza.

Nel terzo ed ultimo periodo il copione non cambia: i nostri tengono saldamente in mano il controllo del gioco, mentre la squadra ospite – pur non mollando mai fino all’ultimo – fatica a costruire, e quando riesce ad andare al tiro si infrange contro il portierone RossoBlu Corti. C’è ancora spazio per un gol acrobatico di Simonetta assistito da Rambaldi e del poker personale di Palermo che fissa il risultato sul 9-4 su pass di Kuusk.

A due partite dalla fine della regular season, F.C. Milano è ancora in lotta per la conquista di uno storico posto nei play-off.
Tutto si deciderà nel prossimo week end di partite del 10 e 11 Marzo.

GO F.C. MILANO!!!
GO MOLOTOV!!!

Il debutto in Coppa Italia non è male…

By | Risultati | No Comments

 

Dopo il passo falso su Campo Grande (due sconfitte contro le finaliste scudetto della stagione precedente), ecco che il Floorball Club Milano esce invitto dalla prima giornata di Coppa Italia, che si disputa nella formula Campo Grande/tempi da Campo Piccolo (2×20 non effettivi).

Per primo un match molto combattuto contro l’UHC Wild Boars Varese. I rossoblu, davanti tutta la partita, peccano di ingenuitá e regalano un rigore sul 4-3, a 20 secondi dal termine. La partita finisce 4-4. Marcature di Palermo, Rambaldi, Oldrini e Kuusk.

A seguire il “big match”, ovvero il derby contro lo Spartak Floorball Milano. Primo gol in solitaria per Rambaldi, che a seguire serve Chylek per il 2-0, confermandosi in gran forma nel giorno del suo compleanno.
Risponde Brambilla, ma è l’unica marcatura degli avversari. Vanno infatti ancora a segno per i Molotov Brenno Leone e Capitan Oldrini, mentre Pivato difende fino in fondo la gabbia rossoblu.

4-1 il risultato finale del derby e, complice la differenza reti, prima posizione per i nostri ragazzi (e ragazze) nella classifica del girone lombardo di Coppa Italia.

In attesa del derby su Campo Piccolo di domenica prossima, ora e per sempre…


Go Molotovs Go!

I nostri ragazzi convincono…. e alla fine vincono!!

By | Risultati | No Comments

E’ iniziato anche il campionato a Campo Grande con un doppio match casalingo.

Nella prima partita del sabato, contro i forti avversari del Gargazon/Vipiteno, i nostri ragazzi vanno sotto di 4 gol.
Tuttavia il risultato è bugiardo perchè la squadra ha comunque espresso un buon gioco e infatti nel terzo periodo riescono a recuperarne 3, sfiorando il pareggio a pochi secondi dalla fine.

Gran bella prestazione, tanta sfortuna (3 i pali), partita accesa, fisica e veloce. In gol il rientro estone Alex Kuusk e Capitan Oldrini.

Spiace per la partita che si poteva anche portare a casa, ma un inizio comunque di alto livello.

 

Domenica invece arriva la prima “storica” vittoria stagionale per i RossoBlu che si impongono 5-3 sul Diamante Bolzano, avversario mai battuto fino ad ora.

I Molotov entrano in campo determinati a fare risultato, forti dell’ottima prestazione del giorno precedente contro Sterzing.

I RossoBlu comandano il gioco per i primi minuti ma vanno sotto grazie ad un gol in power play del Diamante. Milano però continua a macinare gioco e azioni da gol, così, dopo un’ ottima azione corale, che parte da una super parata di Corti e finalizzata in rete da Chylek, il risultato è di nuovo in parità. A tre minuti dallo scadere del primo periodo è capitan Oldrini a portare in vantaggio i Molotov con un gol su rigore.

Il secondo periodo è inadatto ai deboli di cuore. I Molotov escono indenni da quattro box play di cui uno giocato in svantaggio numerico di 3 contro 5. Ma i RossBlu non solo difendono bene, ma sanno fare anche male in attacco segnando due gol con Brambilla e Oldrini.
Fine secondo periodo 4-1 per Milano.

L’ultimo e decisivo periodo è giocato ad alta intensità da parte di entrambe le squadre. Bolzano trova il gol a metà periodo ma Rambaldi dopo 1 minuto ristabilisce il vantaggio, 5-2 per i Molotov. A quattro minuti dal termine Bolzano segna un rigore e accorcia le distanze, ma è l’ultima volta che riesce a battere il numero 40 RossoBlu.

F.C. Milano vince una partita importante grazie ad una prestazione “super” che rispecchia il carattere del coach Coduto.
Questa vittoria varrà ancora di più se i nostri ragazzi e le nostre ragazze riusciranno a dare continuità al gioco espresso e all’impegno settimanale in allenamento.

GO F.C. MILANO!!!
GO MOLOTOV!!!

Una buona prestazione non basta contro i campioni d’Italia

By | Risultati | No Comments

15311568_10209352362598570_1577537881_o-1

Sabato 3 Dicembre F.C. Milano ha affrontato, in trasferta, i campioni d’Italia in carica del FBC Bozen.

I RossoBlu arrivano da tre sconfitte importanti contro Serenissima, Diamante e Algund e sanno che, anche contro la squadra bolzanina,non sarà facile ottenere un risultato positivo.

I Molotov scendono in campo con una determinazione e concentrazione che fino ad ora era mancata, riuscendo a contenere gli attacchi dei forti giocatori avversari.
Il Bozen trova il vantaggio grazie ad una distrazione dei RossoBlu che impiegano troppo tempo a posizionarsi in barriera e vengono colpiti con tiro su punizione. Poco dopo però è Coduto a stabilire la parità andando in rete grazie ad un’ azione corale.
Gli Alto Atesini riprendono ad attaccare ma la solida difesa milanese resiste ed è solo grazie ad una sfortunata deviazione volante, di un innocuo lancio dalla distanza che beffa il portiere, a portare sul 2-1 la squadra di casa. I Molotov però continuano a giocare con grinta e determinazione e ritrovano il pareggio prima dello scadere del periodo con Rambaldi che porta il risultato sul 2-2.

Nel secondo periodo il copione della partita non cambia, entrambe le squadre giocano un buon Floorball: Bozen si porta sul 3-2, F.C. Milano pareggia con Brambilla su rigore; i campioni d’Italia passano di nuovo in vantaggio ma i Molotov li raggiungono con il secondo gol personale di Brambilla che insacca in rete dopo un ottima serie di passaggi, 4-4. Quando mancano pochi minuti allo scadere del periodo è il Bozen ad andare in gol portarsi di nuovo in vantaggio e chiudendo la seconda frazione di gioco sul 5-4.

I RossoBlu sentono di avere la possibilità di giocarsi la partita fino alla fine, la condizione è però di mantenere il livello di concentrazione molto alto non concedendo più facili occasioni agli avversari.
Corti tira giù la saracinesca e tiene in vita le speranze, I minuti passano, entrambe le squadre iniziano a sentire la stanchezza e la tensione di un risultato sempre in bilico. Il Bozen allunga portando a 2 i gol di distacco ma capitan Oldrini trascina la squadra e segna il gol del 6-5 ad 8 minuti dal termine della partita. I Molotov perdono per un attimo l’equilibrio mostrato fino a quel
momento e si spingono in avanti nel tentativo di pareggiare scoprendosi troppo al contropiede avversario che con cinismo ne approfitta portandosi sul 7-5. Il tempo per lottare ci sarebbe, ma l’unica penalità di due minuti di tutta la partita viene fischiata contro i Molotov che a questo punto devono difendere in inferiorità numerica. Il box play RossoBlu è efficace per un minuto e mezzo rendendosi anche pericoloso, ma alla fine si deve arrendere alla superiorità numerica degli avversari. Negli ultimi due minuti F.C. Milano prova ad accorciare le distanze più con il cuore che con la testa ma alla fine arriva il suono implacabile della sirena.

F.C.Milano torna a casa sconfitta ma non vinta, i RossoBlu hanno mostrato carattere e hanno sfoderato una buona prestazione di squadra. La mano di coach Coduto inizia a farsi sentire. I Molotov hanno ancora diverse occasioni per poter migliorare e iniziare a raccogliere punti per la classifica.

Prossimo appuntamento da non perdere per i tifosi RossoBlu, sabato 17 e domenica 18 in casa, contro le squadre di Viking Roma e Floorball Ciampino, non mancate la squadra ha bisogno del vostro sostegno!

GO F.C. MILANO!!!
GO MOLOTOV!!!

I campionati sono finalmente iniziati!

By | Risultati | No Comments

dsc_0119FC Milano già in vetta nel girone Lombardia, dopo la prima giornata del Campionato Italiano su Campo Piccolo.

Domenica 23 ottobre hanno debuttato tutte le compagini del club: il “pro” team dei Molotov, il “farm team” dei Rockets, e i giovanissimi Bullets.

Nella prima partita i Molotov incrociano le stecche con un sempre più maturo GEAS Sesto, che ribatte colpo su colpo ai gol dei ragazzi rossoblu, e perde terreno solo negli ultimi minuti. Risultato finale, 6-4 per i nostri al termine del match.

Contestualmente i Rockets partono subito con un tough match, affrontando l’esperto team dell’UHC Varese, che l’anno scorso ha sfilato di un soffio il primo posto del girone ai Molotov.
Tantissima grinta non basta ai nostri per portare a casa la partita, e l’alto tasso tecnico degli avversari si fa sentire conducendo alla sconfitta con qualche gol di troppo rispetto alle previsioni. Per Nini il gol della bandiera.

In chiusura di giornata poi arriva il derbyssimo, con Molotov e Rockets che si scontrano. Il finale è scontato, ma entrambe le squadre lottano con tanta determinazione. Nota di merito per Accursio Graffeo, che porta a casa la sua prima marcatura ufficiale.

Finito il momento senior, ecco entrare in campo gli Under14. I nostri Bullets, seguendo le orme dei grandi, vincono il miniderby contro Spartak con un gol di vantaggio in una partita avvincente. A fine gara il tabellone recita 5-4 in favore di FC Milano.
Nella difficile sfida contro i cinghialini di Varese invece viene pagata la maggiore esperienza avversaria. 6-9 il risultato finale, ma comunque un ottimo miglioramento rispetto ai risultati della scorsa stagione.

Nel debutto stagionale del campionato a Campo Grande, avvenuto domenica 30 ottobre, F.C. Milano ha affrontato SHC Firelions Serenissima.

I ragazzi RossoBlu iniziano la partita in sofferenza, non riuscendo a contrastare gli attacchi organizzati della squadra avversaria e dopo soli 28 secondi passano in svantaggio.

I Molotov tentano di reagire ma non riescono a trovare la chiave giusta per difendere e ripartire con ordine e così subiscono il secondo gol finendo il primo periodo con un doppio svantaggio.

Ad inizio del secondo periodo Milano potrebbe accorciare le distanze durante il primo Power Play della partita, ma da un lancio lungo della difesa di Serenissima nasce lo sfortunato autogol che porta gli avversari sul 3-0.

A questo punto i Molotov si risvegliano ricordandosi di essere una squadra combattiva e dura a morire. Con un buon giro palla chiudono gli avversari nella loro metà campo e su assist di Rambaldi, Brambilla segna da posizione defilata accorciando le distanze.

I RossoBlu insistono , riescono a difendersi con maggior efficacia e un ottimo Corti tra i pali evita diverse marcature avversarie in contropiede. Rambaldi, invece, vede il buco e sigla il secondo gol portando la squadra ad un solo gol di svantaggio.

Nel cercare il pareggio F.C. Milano si espone ai contrattacchi avversari e sul finale del periodo subisce il quarto gol.

Ad inizio del terzo ed ultimo periodo, i RossoBlu trovano subito il gol grazie ad una punizione che porta al gol Cucchetto, 4-3 e partita riaperta.

Il periodo vive sul filo di lana, entrambe le squadre creano diverse palle gol, ma la sfortuna o la bravura del portiere lasciano il risultato invariato. Solo un gran gol di rovescio del capitano avversario spezza l’equilibrio portando Serenissima sul 5-3, risultato che non cambierà fino alla fine della partita.

F.C. Milano esce sconfitta pagando un primo periodo giocato sotto tono, non basta la reazione tardiva per raggiungere un risultato positivo.

I ragazzi e le ragazze RossoBlu, guidati da coach Coduto, sapranno sicuramente reagire a questo risultato negativo e dimostreranno il loro valore nei prossimi impegni di stagione!

GO F.C. MILANO!!!
GO MOLOTOV!!!

Anche il Campionato su Campo Grande arriva al termine

By | News | No Comments

Si conclude per il Floorball Club Milano anche il Campionato su Campo Grande.   Un campionato di certo difficile, in cui la società ha dovuto affrontare parecchi ostacoli, dalle assenze ingiustificate agli infortuni, fino alla difficoltà di reperire spazi in cui allenarsi 5 contro 5.   Quest’ultimo fatto in particolare ha dimostrato come, seppure con un alto potenziale, la squadra su Campo Grande non sia riuscita a girare troppo bene, mentre invece ha primeggiato su Campo Piccolo con ben 11 vittorie su 13 incontri. 

Questa domenica 1° maggio, in quel di Vipiteno, i ragazzi rossoblu, con solamente sei uomini di movimento più il portiere, hanno incrociato le stecche dei giovani dell’Algund, squadra dalla bassa età media, che ha dimostrato notevoli miglioramenti durante il campionato.

Il match si è fatto fin da subito difficile per il Milano, perché dopo appena 2 minuti i ragazzi di Algund segnano il loro primo gol, approfittando della mente ancora fredda dei nostri.      I Molotov a questo punto si svegliano un po’, e riescono a gestire abbastanza bene la partita fatta di difesa e ripartenze.   Soltanto alla fine del periodo incassano un secondo gol, anche a causa di un mancato power-play.

Nel secondo periodo la stanchezza inizia a farsi sentire, la lucidità cala, e gli avversari allungano, infilando alcuni bei gol e portandosi così sul 5-0.  Per i Molotov un po’ di malasorte nelle occasioni sotto rete, e un infortunio a metà periodo per il buon Agostoni, che costringe la squadra a non avere più nemmeno un cambio disponibile.

Nel terzo tempo perciò il Milano dà tutto quel che è rimasto e, con un moto d’orgoglio, riesce a pareggiare il periodo.  Infatti, dopo aver incassato altri due gol, il Milano si lancia nella carica dei sei(cento). Dopo alcuni tentativi mancati di un soffio da parte dell’ottimo ma sfortunato Lepratto, Rambaldi riesce a involarsi sulla fascia e a dare in tuffo l’assist vincente a Lejbowicz, che senza tema realizza.   Poi Coduto scarta un paio di avversari e beffa il portiere con un tiro basso sul secondo palo.  Infine di nuovo Rambaldi carica un tiro potente che non viene trattenuto, consentendo a Cova di insaccare il rebound.

L’ultima rete della partita però è purtoppo dell’Algund, che va a segno con un fantastico tiro nel sette di Patrick Nussbaumer, sicuramente MVP dell’Algund, a cui tutta la squadra manda un abbraccio.

Adesso per i Molotov ci saranno allenamenti off-season e amichevoli, in cui i ragazzi inizieranno a mettere a punto la prossima stagione.   Rimanete perciò sintonizzati su questi schermi… chi cambia canale non ama il floorball!

 

Il Campo Campionato Big finisce troppo. & Nbsp; Una stagione difficile per Floorball Club Milano, che ha dovuto affrontare diversi ostacoli, da assenze ingiustificate agli infortuni, la difficoltà di trovare spazi in cui praticare 5 su 5. & nbsp; Quest'ultimo caso, in particolare, ha dimostrato che, anche se il potenziale di Molotov è elevato, sul Grande campo la squadra ha avuto difficoltà a giocare bene, mentre il piccolo campo che ha eccelso con 11 partite vinte su 13.

On Sunday 1st of may, in Vipiteno, the boys, with only six players plus the goalkeeper, have crossed their sticks with the youngsters of Algund, a team witha  low average age, but that has showed significant improvement during the championship.

The match immediately becomes difficult for Milano, because after just 2 minutes the boys from Algund mark their first goal. Molotov wake up a bit, and manage quite well the defensive match that they are forced to set up. Only at the end of the period they take a second goal, after a failed power-play.

In the second period, the fatigue starts to bite and the opponents increase their vantage, scoring some nice goals and move to 5-0.  Molotov get just a bit 'bad luck in front of the net, and an injury for Agostoni, that forces the team to have no more players on the bench.

In the third period as the team gives all that is left, and even, with a gesture of pride, manages to tie the period. In fact, after having taken two more goals, the Milano throws itself in the charge of the six (hundred).   After several attempts missed from the excellent (and unfortunate) Lepratto, Rambaldi is able to give a winning assist will falling down to the ground, allowing Lejbowicz to score without hesitation. Then Coduto dribbles a pair of opponents and trick the goalie with a low shot. And eventually Rambaldi shoots a powerful shot that is not held by the goalkeeper, allowing Cova to score on rebound.

The last goal of the game is unfortunately scored by Algund, with a great shot of Patrick Nussbaumer, surely Algund MVP, to which the whole team send a big hug.

Now for Molotov will be off-season trainings and friendly matches, where the guys will begin to set up the next season. So stay tuned… floorball is here!

 

Buona prestazione e sconfitta di misura nel derby

By | News | No Comments

Domenica 17 aprile è stata una splendida giornata di floorball, con la disputa del derby tra il Floorball Club Milano Molotov e i cugini del QT8 Milano Voltures.

Seppellita definitivamente l'ascia di guerra, le due squadre hanno dato vita a un match avvincente, equilibrato, pieno di emozioni, ma soprattutto corretto, e sancito da un "terzo tempo" post-partita. (O forse nel nostro sport dovremmo chiamarlo "quarto tempo"? Chissà… La cosa importante è che mentre altrove fioccano polemiche e contrasti, noi ci siamo gustati una birra tutti assieme!).

Come arbitri due fischietti d'eccezione, Enrico Agostoni ed Enzo Mallano, che a causa di un buffo effetto di montaggio sono stati forniti proprio dalle stesse due squadre milanesi impegnate a giocare, e che hanno offerto una buona direzione di gara.

I Molotov, presenti in ranghi ridotti e privi di alcuni giocatori di spessore, hanno venduto cara la pelle. 

Nel primo periodo purtroppo partono un po' freddi, e subiscono dopo 5 minuti il primo gol, ad opera dell'ottimo Brambilla, certamente MVP per il QT8.

Nonostante la squadra, ancora alla ricerca di un equilibrio in campo, inizi a creare parecchie occasioni, i rossoblu incassano altri due gol, segnati da Bergamini e di nuovo da Brambilla.  A soli 2 secondi dal primo intervallo però, un tiro potente di Rambaldi, non trattenuto dal portiere, viene ribattuto in rete da Cova.  Si chiude così sul 3-1 la prima frazione di gioco.

Nel secondo periodo il Milano non riesce a sfruttare un power-play, ma trova un secondo gol grazie alla nostra iron-lady Titta, assistita da Cova.   Il match pare perciò riaperto, ma nuovamente i Voltures allungano grazie ancora a Brambilla su passaggio di Moscarello. 

I Molotov continuano a creare sempre più occasioni sottoporta, ma tra pali colpiti da Cova, i tiri fuori di un soffio di Rambaldi e Lejbowicz, quelli parati di Santoro e Ficara, e lo slap-shot sul casco ad opera di Triglia, non si riesce a trovare mai lo specchio della porta. Risultato perciò di 4-2 al termine del secondo tempo.

Nell'ultimo periodo FC Milano riapre nuovamente i giochi, grazie a un corsaro Rambaldi che, in mischia davanti alla porta avversaria, riesce a trovare il back-end vincente.   Poi ancora tante chance di segnare da ambo i lati.  Di nuovo molta sfortuna e una buona chiusura del QT8 sul fronte della porta avversaria, e ottimi interventi difensivi di Lepratto e del nostro portierone sul versante rossoblu.   L'episodio che però chiude il match in negativo per il Floorball Club è il quarto gol personale di "100%100 Brambilla", allo scadere di un box-play difeso con le unghie e con i denti, che lascia i Molotov a giocarsi il tutto per tutto togliendo il portiere e mettendo il sesto giocatore di movimento con soli 2 minuti rimasti.

La squadra non incassa l'empty-net gol, ma non riesce nemmeno a trovare la via del pareggio, chiudendo così sul 5-3 l'incontro. Partita comunque davvero bella, come ha sentenziato anche il – per una volta – folto pubblico intervenuto. 

Il Floorball Club Milano quindi esce a testa alta dal campo perché, come si suol dire, "mancò la fortuna, non il valore".

Prossimo e ultimo appuntamento su Campo Grande per i Molotov, la trasferta vipitenese del 1° maggio, per affrontare i bravi ragazzi dell'ASC Algund Floorball.  Stay tuned…

Domenica, aprile 17 è stata una splendida giornata di floorball, con il derby tra Floorball Club Milano Molotov e QT8 avvoltoi Milano.

Finally buried the "war tomahawk", both teams have set up a thrilling match, balanced, full of emotions, but most important thing really full of fair-play, ended with a "third time" post-game. (Or maybe in our sport have we to call it  "fourth time"? Who knows … The important thing is that while elsewhere rained controversy and conflict, we enjoyed a beer all together!).

As the two referees a couple of "VIP whistles", Enrico Agostoni and Enzo Mallano, that due to a funny montage effect were provided by the same two Milano teams, and who have done a quite good match conduction.

The Molotov, who were missing some of their really effective players, have fought like lions.

In the first period anyway the legs still were unfortunately a bit 'cold, and after five minutes came the first goal, scored by the excellent Brambilla, certainly MVP for QT8.

After that the team, still looking for a balance in the field, started to create several goal chances, but took other two goals, scored by Bergamini and again by Brambilla. At only 2 seconds to the end of the first period, however, a powerful shot of Rambaldi, not held by the goalkeeper, has been rebounded in the net by Cova. Thus the first period ends on 3-1.

In the second period, Milano wasted a power-play, but found a second goal thanking to our iron-lady Titta, assisted by Cova. The match was seeming therefore reopened, but again Voltures extend thei vantage again with a goal of Brambilla, assisted by Moscarello.

The Molotov continued to create more and more goal opportunities, but with poles hitten by Cova, shots really close to the net of Rambaldi and Lejbowicz, saved shots of Ficara and Santoro, and the slap-shot on the goalie mask made by Triglia, noone has been able to find the goal. Therefore the score is 4-2 at the end of the second period.

FC Milan reopened the match again in the last period, thanks Rambaldi, that in melee in front of the opponent's goal, found the winning back-end. Then again a lot of scoring chances on both sides. Again bad luck and a QT8 good closing QT8 in the front of the opponent's goal, and an excellent defensive work of Lepratto and of our goalkeeper in the Molotov slot. The episode that ends the match, however, is the fourth goal of Brambilla after a box-play defended till death, leaving the Molotov to gamble all out by removing the goalkeeper and putting in the sixth playe with only two minutes to play.

The team does not collect the empty-net goal, but cannot even find its way to tie the game, that ends on 5-3.  A really nice game, however, as also stated the – for once – large audience preset at the event.

So the Floorball Club Milan leaves the field happy standing tall, because as the saying goes, "missed the luck, not the value."

Next and final appointment on Big Field for Molotov is the trip to Vipiteno on 1st of May, to face the youngsters of ASC Algund Floorball.  Stay tuned…

Primi punti su Campo Grande

By | News | No Comments

Dopo la conquista del girone su campo piccolo, per il Floorball Club Milano arrivano anche i primi punti su campo grande!
Sabato 12 marzo infatti la squadra raggiunge il pareggio in una tiratissima partita, svoltasi in quel di Besnate contro i Firelions La Serenissima.

Nel match due i terzetti d’attacco, Coduto centrale con Rambaldi e Vitale come ali, e De Carlo centrale assieme a Santoro e Lejbowicz. In difesa Triglia, Cova e Agostoni a rotazione.

Ad aprire le danze al 2° minuto di gioco è Rambaldi, il quale, sfruttando un errore difensivo, si trova a tu per tu con il portiere, e senza esitazione infila l’1-0.
I Molotov riescono a tenere il risultato per tutto il periodo, nonostante l’arbitraggio un po’ lasco consenta alla squadra di Venezia di imporre un gioco abbastanza duro.

Il pareggio avversario arriva nel secondo tempo, e perciò al 23° la situazione è di nuovo di parità.
Al 7° però un lancio lungo di De Carlo, complice la penetrazione di Lejbowicz nello slot avversario, si trasforma nel gol dalla maggiore distanza mai segnato dalla squadra, quasi 30 metri.
Dopo soli 20 secondi però La Serenissima pareggia ancora, e passa poi in vantaggio sul 3-2 a metà partita.

Nel terzo periodo, dopo qualche aggiustamento nelle linee, Il Milano raggiunge quasi subito il 3-3, con un bell’assist di Coduto a Rambaldi, che in girata realizza la doppietta.
A metà tempo una bell’azione dei leoni si tramuta nel 4-3 per La Serenissima. Ma la squadra non si arrende e reagisce, e a soli 6 minuti dal termine la nostra valchiria Lejbowicz, involatasi sulla fascia, spedisce in rete il gol del 4-4. Un pareggio tutto sommato giusto, risultato di una partita davvero molto combattuta.

Domenica 13 invece una rotonda sconfitta contro il Vipiteno, forte squadra in testa al gruppo della A2. Per Milano c’è stato poco da fare, vista la differenza di livello in campo, e il match si è chiuso sul 13-0, un poco complice anche la stanchezza residua del giorno prima che il Vipiteno invece, avendo disputato solo questa partita nel week-end, non aveva.

Il prossimo appuntamento su Campo Grande è ora quello del 10 aprile a Bolzano, dove i Molotov affronteranno i ragazzi di Algund.
After catching the first position in the group at the end of the regular season on small field, Floorball Club Milano gets its first points on big field!
Saturday, March 12, the team reached a draw in a really rough game, held in Besnate versus Firelions La Serenissima.
In the match two attack trios: Coduto center with Rambaldi and Vitale as wings, De Carlo center with Santoro and Lejbowicz. In defense Triglia, Cova and Agostoni rotating.
First to score is Milano with Rambaldi, who takes advantage of a defensive error which allows him a face to face with the goalkeeper. So it’s 1-0 after 2 minutes of playing.
The team manages to keep the result for the entire period, despite the referee a bit ‘loose allowing the Venice team to impose a game a bit’ hard.
The opponent draw comes in the second period, and therefore a the 23th minute the situation is back in a tie.
On the 7th, however, a long pass from De Carlo, thanks to the penetration of Lejbowicz in the opponent slot, becomes the greater distance ever scored goal by the team, almost 30 meters.
Anyway after only 20 seconds La Serenissima draws aagain, and then goes ahead on 3-2 at 32th minute.
In the third period, after some adjustments in the lines, Milano almost immediately reaches the balance, with a nice assist of Coduto to Rambaldi.
At half period, however, a good action of lions turns into 4-3 in favour of La Serenissima. The team did not give up and react, and at only 6 minutes to the end our valkyrie Lejbowicz shoots the 4-4 goal in the net.
Sunday 13 instead a defeat against Sterzing, strong team leading the group of A2. For Milano nothing to do, given the difference of level on the field, and the match ended on 13-0, a little also because of the residual fatigue of the day before that Vipiteno instead, having played only in this match Weekend, did not have.
The next Big Field event is on April 10 in Bolzano, where Molotov will face Algund.

Campo Grande: in arrivo il girone di ritorno

By | News | No Comments

Finito il girone di andata, la nuova formula del Campionato a Campo Grande prevede che si suddividano le dieci squadre presenti in classifica nella serie A1 e A2.

Le prime 5 disputeranno il girone di ritorno tra di loro in serie A1 per giocarsi lo scudetto, e altrettanto faranno le altre 5 in serie A2, giocandosi invece la promozione.
Gli ultimi risultati dei Molotov, che a Campo Grande ancora cercano la chiave del successo, li vedono localizzati in fondo al gruppo A2, complici le recenti sconfitte contro le forti squadre alto-atesine di Sterzing (Vipiteno), e Gargazon.

Nella partita contro il SV Sterzing Volksbank, nonostante i due “hat trick” (ovvero una tripletta) di Steffen Fuglerud e di Giorgio Rambaldi, assieme allo splendido gol di Alberto Coduto su assist di Davide Cova, il risultato finale si è asssestato sul 18-7 per gli alto-atesini.

Gargazon invece, complice l’esiguo numero dei giocatori “infiammabili”, ha dominato il match, conclusosi sul 19-1, e solo la splendida punizione con finta ha consentito a Rambaldi di assistere Coduto nel gol della bandiera.

Ora il girone di ritorno aspetta i ragazzi in rossoblu. Impossibile prevedere i risultati: l’unica cosa certa è che la squadra non mollerà fino all’ultimo! Go Molotov Go!

After the first round, in the new Big Field Championship formula the 10 teams will split in the A1 and A2 series.

The first 5 teams will play the second round each other in series A1, to gain for the final victory, and so will the other 5 teams do in A2 series, to catch the promotion.
The latest results of Molotov, which on the big field is still looking for the success key, place them at the bottom of the group A2, accomplices recent defeats against strong teams of Sterzing (Vipiteno), and Gargazon.

In the match against SV Sterzing Volksbank, despite the two “hat trick”s of Fuglerud Steffen and Giorgio Rambaldi, along with the stunning goal of Alberto Coduto assisted by Davide Cova, the fnal score has been 18 – 7 for Vipiteno.

Gargazon instead, thanks to the low number of players “flammable “, has dominated the match, which ended on 19-1, and only the awesome free-kick with mock allowed Rambaldi to assist Coduto in the lone goal.

Now the second round waiting for the boys. Impossible to predict the results: the only sure thing is that the team will not give up until the last second of the last match! Go Molotov Go!

Floorball Club Milano Circus

By | News | 6 Comments

A little bit hard trip for the team in the last week-end, with the third day of the Big Field Championship. On Saturday and Sunday the red-blue guys have faced before ASC Algund Floorball and then SSV Diamante Bolzano. Two difficult matches, especially considering that if the Big Field is played with 5 outfield players plus the goalkeeper, the team was composed on Saturday by 5 outfield players plus the goalkeeper! (Becoming 6 outfield players just on Sunday)

Against Algund Milano barely did hit the jackpot, considering that at only 5 minutes to the end of the second period, the result was still fixed on 2-2. Then the lack of oxygen and the injury of one of our fantastic 6 led to the collapse of the third period. The result of 8-3, however, does not give justice to the team, who played a great floorball, the best one from the start of the season.

On Sunday, joined by a sixth player, the magnificent seven gave body and soul in the effort to fight against Diamante, and closed the game on 15-5, still showing a good floorball, as far as possible considering the desperate conditions.

And this time there is also room for the Captain’s evaluations.

Isabelle Lejbowicz – 8 – She plays in her position without almost never make mistakes, knowing when to leave and when to wait, resisting the temptation to call the change to go to the toilet and going close to scoring several times. Valkyrie.

Alberto Coduto – 8.5 – He fights anyone for 120 minutes over 24 hours, and he plays the central role to perfection, allowing himself raids that bring confusion into enemy territory as Rommel was not even able to do. Gladiator.

Fabio Lepratto – 8.5 – At his second day of championship on the big field he confirms the excellent impression made in Rome, defending very well despite a broken finger, and closing all the spaces, risking even to score on a captain pass. Revelation.

Steffen Fuglerud – 9.5 – Our golden boy fears nothing, shows off his inimitable floorball that comes from another planet, learns new words in Italian and scores 7 goals with the nonchalance of one who is going to buy cigarettes. Martian.

Giorgio Rambaldi – 8 – The captain plays better than usual, knowing that no one will run to his desperate cries for a change, conserving energy, looking for passes, doing 4 assists and 1 goal, while wearing his high class shoes “parquet style Merrell”. Ubercool.

Matteo Aielli – 8 – The historic #3 of FC Milano reaches the team only on Sunday, in order to show off all his fighting spirit on the field, to make an assist, to introduce his girlfriend and to save the lives of his comrades, that without his return would fall to the ground lifeless. Savior.

Gaia Antonini – 8 – She gives all of herself to the cause, a human sacrifice on the altar of floorball. She suffers a lot (especially physically) but improves in respect to Roma performance, taking fewer goals, and overall making both games worthing to be played. The wall (ruined).

Davide Cova – 10 – Unable to play due to ankle distorted, the coach join the team to support it, helping the players to think when oxygen does not reach the brain, and even substitute for a few minutes Lepratto injured, showing off a static floorball with a “wrong” stick. Absolute myth.

Extra evaluations

Andrea Capra – 7.5 – Annoyed by phone while he is enjoin’ hei free sunday, he works hard to provide the route to a real lunch, preventing the team from eating Rustichella and Camogli. 911.

Demetrio Triglia – 8 – Really good in acting as the funny British guy who loves a dirty girl in the comedy “Sinceramente bugiardi”, he entertain on Friday evening some of the few warriors of the week-end. Actors Studio.

The rest of the team – zero (6 to injured players) – In other business bustling, it forget that there are two matches in the week end, and let go to meet their fate the few brave who take up the challenge. Apathy. ——— PS The same worths for Greg! 😉

Un fine settimana un po’ faticoso per la squadra, reduce dalla terza giornata del campionato su Campo Grande. Sabato sera e domenica nel primo pomeriggio infatti i ragazzi rossoblu hanno affrontato prima ASC ALgund Floorball e poi SSV Diamante Bolzano. Due partite difficili, soprattutto considerando che se il campo grande si gioca con 5 giocatori di movimento più il portiere, la squadra si è presentata sabato con 5 giocatori di movimento più il portiere! (Diventati poi 6 domenica)

Contro Algund Milano sfiora l’impresa, considerando che a 5 minuti dalla fine del secondo periodo il risultato era ancora fisso sul 2-2. Poi la mancanza di ossigeno e l’infortunio di uno dei fantastici 6 ha portato al tracollo del terzo periodo. Il risultato di 8-3 non rende comunque giustizia ai nostri, che hanno giocato un ottimo floorball, il migliore dall’inizio del campionato su Campo Grande.

La domenica invece, raggiunti da un sesto giocatore di movimento, i magnifici 7 danno anima e corpo per contenere il forte Diamante, e chiudono la partita sul 15-5, mostrando comunque un buon gioco, per quanto sia possibile viste le disperate condizioni.

E questa volta, giacché su internet il tempo non è affatto tiranno, c’è anche lo spazio per le Pagelle del Capitano. (Da non confondersi con i Bastoncini del Capitano, che sono un’altra cosa).

Isabelle Lejbowicz – voto 8 – Gioca nella sua posizione senza quasi mai commettere errori, sa quando partire e quando aspettare, resiste alla tentazione di chiamare il cambio che non c’è per andare alla toilette e va vicina al gol in molte occasioni. Valchiria.

Alberto Coduto – voto 8.5 – Aggredisce qualunque pallina, lotta contro chiunque per 120 minuti nell’arco di 24 ore, e interpreta il ruolo di centro alla perfezione, concedendosi incursioni che portano scompiglio in territorio nemico come nemmeno Rommel avrebbe saputo fare. Gladiatore.

Fabio Lepratto – voto 8.5 – Alla sua seconda uscita in carriera su Campo Grande conferma l’ottima impressione fatta a Roma, difende egregiamente nonostante gli venga spezzato un dito a mo’ di ritorsione, chiude tutti gli spazi e, tra un canederlo e l’altro, si concede anche di sfiorare il gol su passaggio del capitano. Rivelazione.

Steffen Fuglerud – voto 9.5 – Il nostro golden boy nulla teme, sfoggia il suo inimitabile floorball che viene da un altro pianeta, impara nuove parole in italiano e sigla 7 gol con la nonchalance di chi sta andando a comprare le sigarette sotto casa. Marziano.

Giorgio Rambaldi – voto 8 – Il capitano gioca meglio del solito e, sapendo che nessuno accorrerrà alle sue disperate invocazioni di un cambio, conserva le energie, cerca il passaggio e costruisce, servendo ben 4 assist e realizzando una rete, il tutto mentre indossa le sue elegantissime “Merrell da parquet”. Stiloso.

Matteo Aielli – voto 8 – Lo storico numero 3 dell’ FC Milano raggiunge la squadra solo la domenica per sfoderare tutta la sua grinta sul campo da gioco, fare un assist, presentare a tutti la fidanzata e salvare la vita ai suoi compagni, che senza il suo cambio sarebbero stramazzati al suolo privi di vita. Salvatore.

Gaia Antonini – voto 8 Dà tutta se stessa per la causa, immolandosi sull’altare del floorball. Soffre tantissimo (soprattutto fisicamente) ma migliora rispetto a Roma subendo meno gol, sbaglia qualcosa ma nel complesso rende entrambe le partite degne di essere giocate. Muro (diroccato).

Davide Cova – voto 10 – Impossibilitato a giocare causa caviglia distorta, il coach viene comunque in trasferta per supportare la propria squadra, aiutarla a ragionare quando l’ossigeno non arriva più al cervello e addirittura subentrare per alcuni minuti a Lepratto infortunato, sfoggiando un floorball statico di stampo subbuteo con una stecca per lui sbagliata. Mito assoluto.


Menzioni speciali

Andrea Capra – voto 7.5 – disturbato al telefono mentre giustamente si fa i fatti suoi, si prodiga per fornire la rotta verso un pranzo come Dio comanda, evitando alla squadra Rustichella e Camogli. Pronto intervento.

Demetrio Triglia – voto 8 – recita alla grande il ruolo del simpatico inglese innamorato di una ragazzaccia nella commedia degli equivoci “Sinceramente bugiardi”, allientando il venerdì sera dei pochi valorosi della trasferta. Actors Studio.

Il resto della squadra – voto zero (6 d’ufficio agli infortunati) – In altre faccende affacendata, si scorda che ci sono due partite nel w-e, e lascia andare incontro al loro destino i coraggiosi che raccolgono la sfida. Apatia. ——— PS E questo vale anche per Greg! 😉