I Molotov al 5° posto nel final ranking nazionale

By aprile 8, 2011News

Il week-end dei play-off in quel di Vipiteno ha visto il Floorball Club Milano conquistare il quinto posto nel final ranking del Campionato Italiano di Campo Piccolo, con una sola sconfitta sulle tre partite disputate.

Un risultato davvero buono, soprattutto considerando che la squadra ha evitato qualunque strategia di fronte alla strana formula dei play-off (a differenza di altri), e si è andata a giocare a viso aperto i quarti di finale contro i vicecampioni d’Italia (per ben due anni consecutivi) dell' SV Sterzing Volskbank, i quali hanno poi quest’anno vinto lo Scudetto, in una finale mozzafiato contro i bravissimi ragazzi del Gargazon.

 

Nella partita contro il Vipiteno, l’allenatore Davide Cova schiera due linee. La prima è composta da Giorgio Rambaldi in attacco, e Demetrio Triglia e Steffen Fuglerud in difesa. La seconda vede Alberto Coduto punta, e Federico De Carlo e lo stesso Cova difensori. A supporto ci sono Enrico Agostoni, Fabio Lepratto e Isabelle Lejbowicz.   Purtroppo assenti per motivi lavorativi gli ottimi Bencé Kovacs e Matteo Aielli.

Il match si fa subito difficile, perché dopo meno di un minuto il Vipiteno passa in vantaggio grazie al gol del Nazionale Florian Astenwald.  I nostri tengono comunque duro, prima di subire un secondo gol al 7° minuto. 

L’arbitraggio, tipicamente alto-atesino, purtroppo sfavorisce enormemente il Milano, in quanto difficilmente i duri check dello Sterzing vengono fischiati.

Solo a metà del primo periodo vengono finalmente fischiati i primi 2 minuti contro il Vipiteno, per fallo con chiara occasione da rete.  Viene perciò assegnato anche un rigore per il Milano.  Fuglerud lo esegue splendidamente e porta il risultato sul 2-1.

La partita si fa sempre più dura, e altri due gol vipitenesi impattano la porta rossoblu.  Poi, su punizione, il passaggio preciso di Rambaldi consente a Fuglerud di accorciare nuovamente le distanze. Siamo perciò sul 4-2.

C'è tempo, purtroppo, per un altra rete di Vipiteno, prima che si arrivi all'intervallo.

Nel secondo periodo si riaccendono le speranze per i Molotov, giacché prima Rambaldi su passaggio di Fuglerud realizza un gol in power-play, e a seguire Coduto su pass di De Carlo porta il risultato sul 5-4.

A tre quarti della partita perciò lo scarto è minimo, ma purtroppo due belle azioni dello Sterzing terminano in gol, portando lo score sul 7-4.

Cova recupera un altro punto per Milano, dribblando ben due giocatori e stendendo il portiere con uno slap-shot.   Gli avversari rispondono quasi subito.  8-5 e pallina al centro.

A questo punto un calo di attenzione dei nostri probabilmente decide la partita: la squadra si lascia sfuggire l'occasione di riagguantare il Vipiteno, sprecando ben due power-play.

I Molotov però non si danno per vinti anzi tempo, e lottano invece fino alla fine.  Purtroppo manca solo un minuto al termine quando Fuglerud riesce a segnare il sesto gol, e sul risultato ormai irrimediabile di 9-6, i nostri tirano un po’ i remi in barca, e negli ultimi 40 secondi subiscono in rapida successione altri due gol. 

Il risultato finale di 11-6 mostra comunque come il divario tra le due squadre fosse decisamente ridotto, nonostante il più alto tasso tecnico degli avversari, e vede il Floorball Club Milano Molotov uscire a testa alta dal campo.

 

Nella prima partita di piazzamento, contro JRC Ispra, stesse linee della prima partita per 10 minuti, e poi, su risultato già consolidato, si passa ai tre terzetti Lejobowicz-Coduto-De Carlo, Rambaldi-Triglia-Agostoni, e Lepratto-Fuglerud-Cova.

I rossoblu infatti segnano i primi due gol in soli 50 secondi, grazie a Fuglerud e a De Carlo.  Poi un errore di valutazione di Rambaldi consente a Ispra di siglare il primo gol, ma in meno di 3 minuti Fuglerud ne segna altri due, portando il parziale sul 4-1 per il Floorball Club Milano.

Ispra realizza ancora, ma il destino del match è già chiaro.  Rambaldi ruba pallina e scartando il portiere porta la squadra sul 5-2, poi assiste Fuglerud per il 6-2.   C'è spazio per un altro gol di Ispra, ma subito De Carlo pareggia i conti servito da Coduto. Poi ancora Rambaldi su assist di Fuglerud, e a seguire altre due marcature di Coduto: una in solitaria, e l'altra su passaggio di De Carlo.

A pochi minuti dal termine Ispra segna il suo ultimo gol, ma è il dinamico duo Rambaldi-Fuglerud a chiudere le danze, con il primo che propizia il wrist-shot del secondo.   11-4 il risultato, che consente alla squadra di accede alla finale per il 5° posto del giorno successivo.

 

Domenica 3 aprile quindi il Floorball Club Milano ha affrontato i cinghiali del UHC Varese, decisamente sottotono in questi play-off rispetto alle loro solite prestazioni.

La partita volge quasi subito in favore dei Molotov, con un gol di Fuglerud in soli 20 secondi.

il Varese si fa nervoso, e a seguito di un fallo abbastanza duro prende i 2 minuti.   La linea power-play, costituita da De Carlo playmaker, con Fuglerud e Rambaldi come terminali offensivi, realizza grazie a quest'ultimo.

Al 9° minuto Bizzozzero accorcia le distanze, ma il terzo gol dei Molotov non tarda ad arrivare, grazie a Triglia che serve in maniera veloce Rambaldi.

Ancora un fallo da due minuti di Varese per distanza scorretta, e nel secondo power-play va di nuovo in gol Rambaldi, sempre grazie a De Carlo.

Poi una splendida azione, veloce e rocambolesca, vede Lepratto assistere con un passaggio dall'angolo Triglia, che entrato nello slot tira di prima e sigla il 5-1.

Prima dell'intervallo il Varese riesce a realizzare il suo secondo e ultimo gol, grazie a Molinari.

Nella ripresa il Varese, probabilmente a causa della stanchezza sommata al nervosismo, inizia a fare falli sul corpo, e l’arbitro, forse con eccesso di zelo, li punisce tutti con i due minuti.  Altre due situazioni di superiorità numerica per i Molotov, e la linea power-play che implacabile realizza in entrambe le occasioni. Siamo quindi sul 7-2.

A otto minuti dal termine poi, dopo l’ennesimo fallo pesante dei Wild Boars, commesso da Di Battista e sanzionato dall’arbitro, vede il giocatore del Varese reagire con insulti, puniti subito con i 5 minuti.

La penalità, che non si annulla neppure in caso di gol, consente perciò un prolungato power-play per il Milano, che fa bottino con ben tre reti. Le prima siglata dal solito Rambaldi, la seconda frutto di un bel tiro di back-end di Coduto, subentrato allo stesso Rambaldi, e l'ultima realizzata da Fuglerud.

Il match si chiude quindi sul 10 a 2 per FC Milano, che ottiene il quinto posto nella classifica finale.

Ma di di certo, moralmente parlando, la squadra è almeno da quarto posto, conquistato invece da Novara, il quale però è stato schiantato in semifinale dal Vipiteno per 12-3, e che in regular season è stato entrambe le volte regolato dai nostri ragazzi.

La squadra chiude il Campionato di Campo Piccolo con l'ottima statistica 11-2-0. Tutte le altre statistiche invece sono qui.

 

Per concludere, il Floorball Club Milano Molotov vuole ringraziare tuttti quanti per questa splendida stagione di Campo Piccolo.

Grazie a chi ha fatto i salti mortali per esserci e a chi, pur non essendoci, ci ha comunque supportato.

Grazie a chi è stato determinante durante la partita e a chi ha avuto la pazienza di aspettare in panchina.

Grazie a chi è venuto a Vipiteno solo per tifare per noi.

Go Molotov Go!

Il fine settimana play-off a Vipiteno vede Floorball Club Milano prendere il quinto posto nella classifica finale del Campionato Italiano Piccolo Campo, con una sola persa gioco in tre partite.

A really good result, especially considering that the team has avoided any strategy in front of the strange play-offs formula (unlike others), and went to play an open face quarter-final against the runners of Italy ( for two consecutive years) of SV Volskbank Sterzing, who later won the Scudetto this year, in a thrilling finale against the talented boys of Gargazon.

 

In the game against Sterzing, coach Davide Cova composed of two lines. The first one is composed by Giorgio Rambaldi in attack, and Demetrio Triglia and Steffen Fuglerud defense. The second period saw Alberto Coduto tip, and Federico De Carlo and the same Cova defenders. In support there are Enrico Agostoni, Fabio Lepratto and Isabelle Lejbowicz. Unfortunately absent for business reasons the excellent Bencé Kovacs and Matteo Aielli.

The match quickly becomes difficult, because after less than a minute Vipiteno took the lead thanks to a goal of the National Team player Florian Astenwald. Our take, however hard, before undergoing a second goal in the 7th minute.

Arbitrage, typicall of Alto-Adige, unfortunately disadvantages greatly Milano team, as rarely the hard checks of Sterzing are punished.

Only midway through the first period are finally booed the first two minutes against Vipiteno. It is therefore also assigned a penalty for Milan. Fuglerud executes it beautifully and brings the result at 2-1.

The game is getting tougher, and two more goals vipitenesi impact in Milano's net. Then, on a free kick, a precise pass of Rambaldi allows Fuglerud to shorten again the distances.  4-2.

There is time, unfortunately, for another Sterzing goal, before the second period.

In the second period rekindle the hopes for Molotov, as the first step on Rambaldi Fuglerud achieves a power-play goal, and to follow up Coduto pass door De Carlo result at 5-4.

Three quarters of the game so the gap is minimal, but unfortunately a couple of amazing Vipiteno actions end with a goal, bringing the score to 7-4.

Cova retrieves another point for Milan, dribbling two opponents and "killing" the goalie with a slap-shot. Opponents respond almost immediately. 8-5 and ball in the center.

At this point, a drop of our attention will probably decide the game: the team misses the opportunity to catch the opponents, wasting two power-play.

Molotov, however, do not give up, and instead fight to the end. Sadly, there just a minute at the end when Fuglerud manages to score the sixth goal, and the unquenchable result of 9-6, our roll a bit 'the oars, and in the last 40 seconds undergo two more goals in quick succession.

The final result of 11-6, however, shows that the gap between the two teams was significantly reduced, despite the higher technical rate of opponents, and sees the Floorball Club Milano Molotov out heads held high from the field.

 

In the first game of ranking placement, against JRC Ispra, same lines of the first match for 10 minutes, and then we move to the three trios Lejobowicz-Coduto-De-Carlo, Rambaldi-Agostoni-Triglia and Lepratto-Fuglerud-Cova.

The team scores the first two goals in just 50 seconds, with Fuglerud and De Carlo. Then an error of assessment of Rambaldi allows Ispra to score the first goal, but less than 3 minutes Fuglerud marks another two, bringing the partial score on 4-1.

Ispra marks yet, but the fate of the match is already clear. Rambaldi steals the ball and throwing away the goalie carrying the team on 5-2, then Fuglerud assists for the 6-2. There is room for another goal in Ispra, but immediately draws De Carlo accounts served by Coduto. Then again on an assist by Fuglerud Rambaldi, and to follow other two markings Coduto: a solo, and the other a pass from De Carlo.

A few minutes from the end Ispra scores the last goal, but the dynamic duo Rambaldi-Fuglerud close to the dance, with the first wrist-shot that favors the second. 11-4 the result, which allows the team to reach the final for the 5th place the next day.

 

Sunday, April 3 Floorball Club Milan then addressed the boar of UHC Varese, decidedly understated in these playoffs than their usual performance.

The game is coming almost immediately in favor of Molotov, with a goal in just 20 seconds Fuglerud.

Varese you nervous, and following a foul hard enough to take the 2 minutes. The power-play line, consisting of De Carlo point guard, with Fuglerud Rambaldi as terminals and offensive, made possible thanks to the latter.

At the 9 th minute Bizzozzero shorter distances, but the third goal of the Molotov arrives, thanks to Mullen that serves quickly Rambaldi.

Another foul two minutes of Varese to incorrect distance, and the second power-play goal in going back Rambaldi, again thanks to De Carlo.

Then a beautiful action, fast and daring, he sees Lepratto assisting with a pass from the corner Mullen, who came into the slot to pull the code before and 5-1.

Before the break the Varese manages to make his second and last goal, thanks to Molinari.

In the second half Varese, probably because of fatigue added to the nervousness, the body begins to make foul, the referee, perhaps over-zealous, punishes them all with two minutes. Two other situations of numerical superiority to the Molotov, and the power-play line, which produces deadly on both occasions. So we are on 7-2.

Eight minutes from time then, after yet another heavy foul of the Wild Boars, made by Di Battista and sanctioned by the referee, the player sees the Varese react with insults, with 5 minutes immediately punished.

The penalty, which does not vanish even if they have goals, therefore, allows an extended power-play for Milan, which spoils with three networks. The first usually signed by Rambaldi, the second the result of a nice shot of back-end Coduto, who took over at the same Rambaldi, and the last pass on Fuglerud created by Rambaldi.

The match then closes on 10 to 2 for FC Milan, which ranks fifth in the final standings.

But of course, morally speaking, the team is at least fourth place, won instead of Novara, which was, however, crashed to 12-3 in the semifinals from Vipiteno, and that in the regular season was both times set by our guys.

The team finish the championship with an awasome 11-2-0. The other stats are here.

 

Finally, the Milan Molotov Floorball Club would like to thank all those tuttto for this wonderful season of small fields.

Thanks to those who did somersaults to be and to whom, although there is, however, has supported.

Thanks to those who have been crucial during the game and those who had the patience to wait on the bench.

Thanks to those who came to cheer for us just to Sterzing.

Molotov Go Go!