Category,en

News

Booty full at the first Championship

By | News | No Comments

Un lungo articolo per aprire questa stagione di floorball, appena iniziata e già densa di soddisfazioni. Un lungo articolo per descrivere la lunga road map che ci ha portati dal 1° di settembre, giorno in cui sono cominciati gli allenamenti, al 4 dicembre, data della prima giornata di campionato.

Nel primo mese il team ha lavorato sodo con la preparazione atletica sul campo, mentre la dirigenza si è data da fare con la promozione atta ad ingrossare l’organico e dare nuova linfa alla squadra, dopo la potatura dei rami secchi. La creazione del nuovo gruppo è passata anche attraverso le divise nuove di zecca – che si possono ammirare nella photo-gallery – griffate Arredatutto.it, nuovo Sponsor principale dell’FC Milano.

Nel mese di ottobre è iniziato un denso ciclo di amichevoli, per saggiare i progressi fatti sia sul piano atletico che su quello tattico. Un percorso non facile, a partire dall’amichevole contro QT8 pareggiata 4-4 (ma dopo che si vinceva 4-0!), proseguita con il duro colpo dell’amichevole contro Ispra, persa malamente 8-4, per arrivare poi alle soddisfazioni nella doppia amichevole “internazionale” contro la SUM di Mendrisio, in cui si è raccolta la prima vera vittoria, 7-3 contro la squadra femminile, e una vittoria “morale”, l’incredibile pareggio 9-9 contro la forte squadra maschile.

A novembre è arrivato il primo trofeo della stagione nel torneo UISP Cup organizzato da Ispra. Un meritatissimo secondo posto – su ben 5 team – dietro solamente alla inarrivabile squadra “guest star” svizzera, ma davanti a praticamente tutte le squadre del nostre girone. (Cliccando qui si possono visualizzare i dettagli sul torneo).

E adesso, agli inizi di dicembre, proprio quando c’era da fare sul serio – come giustamente ha fatto notare il nostro Capitano nel suo Diario – la squadra non si è tirata indietro, ha dimostrato carattere, e ha portato a casa tutta la posta in palio, piazzandosi già in testa al girone, seppur appaiata ai QT8 Voltures.

Due partite difficili quelle della prima di campionato, la prima per l’oggettiva forza degli avversari, la seconda per la presenza di ex-giocatori milanesi, che davano sapore di derby al match.

Contro JRC Ispra gli allenatori Rambaldi e Cova optano per aprire le danze direttamente con tre linee: nella prima Ficara-Ozonaran-Rambaldi, nella seconda Cova-Triglia-Lepratto con Agostoni a supporto, e nella terza Vieider davanti e dietro a ruotare sulle due posizioni di difesa Rovamaa-Simonetta-Aielli. A difendere i pali il recente (ottimo) acquisto Accursio Graffeo. Assente il giovane Guglielmo Zurlo, infortunato ad una mano, a cui la squadra dedica le due vittorie.

Il match appare fin da subito teso, con le due squadre intente a studiarsi senza troppo concedere. A sbloccare il risultato sono purtroppo gli avversari all’ottavo minuto, con un tiro un po’ sporcato che beffa il portiere. I Molotov danno prova però, come già era accaduto l’anno scorso, che la mentalità adesso è cambiata, e finire sotto nel punteggio non spaventa più come una volta.

Infatti dopo nemmeno sessanta secondi Samuel Vieider (che si pronuncia Fiaider!) pareggia i conti. Assistito negli sviluppi di una punizione da Jukka Rovamaa (che si pronuncia Rovamà!), il numero 77 della squadra mette da posizione impossibile la pallina alle spalle del portiere, direttamente nel sette.

La squadra sa che il bottino si può ingrossare, e al quattordicesimo è compito di Giorgio Rambaldi regalare il vantaggio al Milano. Dopo aver portato pallina dalla difesa fino a centrocampo, l’ex-capitano si infila tra due avversari e con un potente wrist-shot sposta il risultato sul 2-1 in favore dei milanesi. Non pago di ciò, dopo appena tre minuti realizza la doppietta con una girata che non lascia scampo al portiere, ingannato anche dal velo di Alberto Ficara.

A meno di un minuto dall’intervallo pure lo storico giocatore rossoblu Davide Cova trova lo spazio per la sua prima rete stagionale, segnando al termine di una concitata azione nei pressi dello slot. La sua esultanza forse non rimarrà negli annali del floorball, ma la caparbietà con cui ha cercato il gol dimostra tutta la grinta che i Molotov ora hanno in corpo.

Nel secondo periodo la squadra si limita a gestire il risultato, vanificando tutti gli attacchi di Ispra. Il team riesce persino ad “ammazzare” un box play, sanzionato in seguito ai 2 minuti presi dal portiere Graffeo su un’uscita ai limiti del regolamento. The 2 Vs. 3 viene splendidamente gestito da Cova e dall’ottimo Matteo Aielli, il quale va persino vicino allo short-handed gol.

A soli 22 seconds remaining, quando i rossoblu stanno già mentalmente festeggiando, arriva il secondo gol di Ispra, nato da un’incomprensione difensiva. Il risultato finale però dice che la prima vittoria del campionato va al Floorball Club Milano Molotov, con il meritato score di 4-2.

Nel secondo match della giornata, quello contro il NSGR Sesto San Giovanni, stesse linee della prima partita, con il solo scambio di Enrico Agostoni sul Capitano Triglia, e l’avvicendamento tra i pali in favore del nuovo arrivato Mohamed Rhizwaan.

Dopo appena 45 secondi i Molotov si portano sull’1-0, grazie alla splendida rete segnata da Ficara su assist di Rambaldi. Dopo altri cinque minuti è il turno di Fabio Lepratto per gonfiare la rete avversaria, con un bel tiro di prima.

Giunti a questo punto però la partita prende una piega inaspettata. Il Sesto si riorganizza e si chiude a riccio, sfruttando le ripartenze per i suoi attacchi, mentre il Milano “impazzisce”, e preso dalla febbre del gol inizia a giocare in maniera disordinata e rischiosa. Solo l’estremo difensore rossoblu riesce ad evitare il peggio. All’intervallo il coach riesce a calmare gli spiriti (compreso il suo), e restituisce il team al suo gioco originale, che alterna azioni corali ad exploit personali.

Le palle gol si moltiplicano esponenzialmente, e in questa seconda frazione di gioco solo la sfortuna ha negato altre reti ai Molotov. L’ottimo Agostoni colpisce in due turni consecutivi prima il palo e poi la traversa. Nella stessa azione Rambaldi e Ficara impattano il palo una volta a testa, come pure succede a Triglia. Francesco Simonetta e Togay Ozonaran sfiorano anch’essi il gol con due tiri fuori di pochi centimetri e a portiere già battuto. in short, senza nulla voler togliere all’ottima partita giocata dal Sesto, anche questa vittoria con il punteggio finale di 2-0 è più che meritata, e i sei punti portati a casa sono il giusto premio per l’ottimo lavoro svolto dal gruppo fino ad adesso, dimostrando che il tasso tecnico della squadra è tutt’altro che imploso.

 

Ora il prossimo appuntamento è il 22 gennaio con il derby milanese e la sfida con i cinghiali varesotti. Stay tuned…

A long article to open this floorball season, just begun and already full of satisfactions. A long article to describe the long road map that led us from the 1st of September, the day we started training, at the December 4th, when the first day of the championship took place.

In the first month the team has worked hard with the athletic, while the president has been busy with the promotion likely to give new life to the team, after the pruning of dead branches. The creation of the new group is also passed through the brand-new jerseys – that can be seen in the photo-gallery – by Arredatutto.it, new main sponsor of FC Milano.

In the month of October started a dense series of friendly matches, to test the progress made both in terms of athletic and tactics. A not easy path, starting from the 4-4 draw versus QT8 Voltures (but after we were winning 4-0!). then the hard blow for the friendly against Ispra, lost badly 8-4, and finally the satisfactions in the double “international” friendly match versus the swiss SUM of Mendrisio, where it is collected the first real victory, 7-3 versus the women’s team, and a “moral” victory with the incredible 9-9 draw versus the strong men’s team.

In November came the first trophy of the season in the tournament UISP Floorball Cup organized by Ispra. A well deserved second place – on 5 teams – behind only the “guest star” swiss team, but in front of all the teams of our championship group. (Clicking here you can view details about the tournament).

And now, in early December, just when there was to get serious – as rightly pointed out the Captain in his log – the team has not pulled back, showed to be full charged, and took home all 6 points, placing already at the top, although with QT8 Voltures.

two hard matches at the beginning of the season. The first for the strength of the opponents, the second for the presence of ex-FC Milano players, who gave the taste of derby to the match.

Against JRC Ispra coaches Rambaldi and Cova opt to open the dance with three lines: the first Ficara-Ozonaran-Rambaldi, the second Cova-Triglia-Lepratto with the support of Agostoni, and third Rovamaa-Simonetta/Aielli-Vieider. defending the net the latest (good) purchase Accursio Graffeo. Absent the young Guglielmo Zurlo, hand injured, which the team dedicated the two victories.

The match is immediately tense, with the two teams studying each other. To unlock the result is unfortunately the opponents with little “dirty” shot that tricks the goalkeeper. The Molotov demonstrate, however, as had happened last year, that the mentality has changed now, and get under in the score is not frightening as it once was.

In fact, even sixty seconds after Samuel Vieider (pronounced Phaaider!) scores. Assisted in the development of a free shot by Jukka Rovamaa (pronounced Rovamà!), The # 77 team puts the ball from an impossible position behind the goalkeeper.

The team knows that you can win, and it is Giorgio Rambaldi to score the advantage goal at the 14th minute. After bringing up the ball from defense to midfield, former captain slipped between two opponents with a powerful wrist-shot, moving the score on 2-1 in favor of the Molotov. Still not satisfied, after just three minutes the same Rambaldi scores with a wrist-shot that does not give a chance to the goalkeeper, also tricked by the veil of Alberto Ficara.

Less than one minute to the break also the historical player Davide Cova finds room for his first goal of the season, marking the end of a frantic action near the slot. His celebration might not remain in the annals of floorball, but the persistence with which he has sought the goal demonstrates the determination that the Molotovs now have in their bodies.

In the second period the team just handles the score, thwarting all attacks in Ispra. The team even managed to “kill” a box-play, sanctioned as a result of 2 minutes penalty taken by the goalkeeper Graffeo. The 2 Vs 3 is beautifully managed by Cova and outstanding Matteo Aielli, who is even close to score the short-handed goal.

Just 22 seconds from the end, when the Milano team is already mentally celebrating, Ispra scores the second goal. The final score, however, says that the first win of the championship goes to Floorball Club Milano Molotov, with a well-deserved 4-2.

In the second match of the day, versus NSGR Sesto San Giovanni, same lines, with only the exchange of Enrico Agostoni on Demetrio Triglia, and the change in goalkeeping in favor of the newcomer Mohamed Rhizwaan.

After just 45 seconds Molotovs score 1-0, thanks to the wonderful ficara goal on an assistet by Rambaldi. After five minutes it’s the turn of Fabio Lepratto to get the 2-0, with a nice shot on goal.

At this point, however, the game takes an unexpected turn. NSGR Sesto San giovanni reorganizes, while Milan o gets the “goal fever” going crazy, starting to play in a disorderly and dangerous way. Only the goalkeeper manages to avoid the worst. At the half the coach is able to calm down the spirits (including his own), and the team returns to his original game.

The scoring chanches multiply exponentially, and in this second period only bad luck has denied other goals to Molotovs. The excellent Agostoni hits two consecutive poles. In the same action Rambaldi and Ficara impacting the pole once each, as well as going to Triglia. Francesco Simonetta and Togay Ozonaran also go close to the goal, with two shots out just a few inches and goalkeeper already beaten. In short, nothing you want to remove the excellent game played by the Sesto San Giovanni, even this victory with the final score of 2-0 is more than deserved, and the six points taken home the prize for the excellent work done by the group up to now, proving that the rate of technical team is far from imploding.

Now the next appointment is January 22 with the Milano derby and the match versus Wild Boars Varese. Stay tuned …

Nuova stagione alle porte

By | News | No Comments

I Molotov, tornati dalla pausa estiva, riprendono le attività in vista della nuova stagione di floorball.

Sotto la guida dello staff composto da Giorgio Rambaldi e Davide Cova, i ragazzi rossoblu hanno ricominciato infatti gli allenamenti ai primi di settembre, partendo con una decisa preparazione atletica, che sperabilmente li porterà al più presto nella condizione ottimale per giocare del buon floorball.

Come potete vedere dal suo “diario” (il link è qua a fianco), il nuovo capitano Demetrio Triglia guiderà la squadra con il classico pugno di ferro in guanto di velluto, ovvero tutti pronti a dare l’anima sul campo, ma con il massimo fair play possibile.

Anche dal punto di vista logistico, Il Floorball Club Milano ha fatto notevoli passi avanti, grazie all’affiliazione all’ente di promozione sportiva U.I.S.P., che garantisce ai suoi atleti la copertura assicurativa, e alle convenzioni stipulate sul finire dello scorso anno. (Anche per loro il link è qua di fianco).

Ora, in attesa delle prima di campionato, non resta che prepararsi al meglio per le amichevoli pre-campionato.

 

Stay tuned…The Molotov have returned from the summer break and resume activities looking at the new floorball season.

Under the guidance of the staff, Davide Cova and Giorgio Rambaldi, the boys begun to practice in early September, starting with a strong athletic training, which hopefully will bring them as soon as possible in the best condition to play good floorball.

As you can see from his “log” (the link is here on the left), the new captain Demetrio Triglia will lead the team with the classic iron fist in a velvet glove, that means all ready to give the soul on the field, but with the maximum fair play possible.

Even from a logistical standpoint, Floorball Club Milano has made ​​significant progresses, with the agreement to UISP, a sport promotion institution, which provides insurance coverage for its athletes, and the other agreements sealed at the end of the last year. (Even for them the link is here on the left).

Now, before the first championship day, we have to get ready for the pre-season friendy matches.

Stay tuned …

Il Floorball su Youtube

By | News | No Comments

Vuoi conoscere meglio il Floorbal, ora su Youtube trovi lo speciale presentato da Dario Cipriani. Trucchi tecniche e notizie sul campionato.

Ecco qui un anteprima:

Gli altri link di video li trovi sul sito della FIUF alla pagina:

http://www.fiuf.it/index.php?option=com_content&view=article&id=205:in-attesa-di-andare-in-tv&catid=2:campionati&Itemid=5

Want to learn more about the Italian Floorbal?

Now find the special on YouTube by Dario Cipriani. Technical tricks and news about the Italian league.

Here's a preview:

You can find the other links on the site of FIUF at the page:

http://www.fiuf.it/index.php?option=com_content&view=article&id=205:in-attesa-di-andare-in-tv&catid=2:campionati&Itemid=5

Anche il Campionato su Campo Grande arriva al termine

By | News | No Comments

Si conclude per il Floorball Club Milano anche il Campionato su Campo Grande.   Un campionato di certo difficile, in cui la società ha dovuto affrontare parecchi ostacoli, dalle assenze ingiustificate agli infortuni, fino alla difficoltà di reperire spazi in cui allenarsi 5 contro 5.   Quest’ultimo fatto in particolare ha dimostrato come, seppure con un alto potenziale, la squadra su Campo Grande non sia riuscita a girare troppo bene, mentre invece ha primeggiato su Campo Piccolo con ben 11 wins 13 incontri. 

Questa domenica 1° maggio, in quel di Vipiteno, i ragazzi rossoblu, con solamente sei uomini di movimento più il portiere, hanno incrociato le stecche dei giovani dell’Algund, squadra dalla bassa età media, che ha dimostrato notevoli miglioramenti durante il campionato.

Il match si è fatto fin da subito difficile per il Milano, perché dopo appena 2 minuti i ragazzi di Algund segnano il loro primo gol, approfittando della mente ancora fredda dei nostri.      I Molotov a questo punto si svegliano un po’, e riescono a gestire abbastanza bene la partita fatta di difesa e ripartenze.   Soltanto alla fine del periodo incassano un secondo gol, anche a causa di un mancato power-play.

Nel secondo periodo la stanchezza inizia a farsi sentire, la lucidità cala, e gli avversari allungano, infilando alcuni bei gol e portandosi così sul 5-0.  Per i Molotov un po’ di malasorte nelle occasioni sotto rete, e un infortunio a metà periodo per il buon Agostoni, che costringe la squadra a non avere più nemmeno un cambio disponibile.

Nel terzo tempo perciò il Milano dà tutto quel che è rimasto e, con un moto d’orgoglio, riesce a pareggiare il periodo.  Infatti, dopo aver incassato altri due gol, il Milano si lancia nella carica dei sei(cento). Dopo alcuni tentativi mancati di un soffio da parte dell’ottimo ma sfortunato Lepratto, Rambaldi riesce a involarsi sulla fascia e a dare in tuffo l’assist vincente a Lejbowicz, che senza tema realizza.   Poi Coduto scarta un paio di avversari e beffa il portiere con un tiro basso sul secondo palo.  Infine di nuovo Rambaldi carica un tiro potente che non viene trattenuto, consentendo a Cova di insaccare il rebound.

L’ultima rete della partita però è purtoppo dell’Algund, che va a segno con un fantastico tiro nel sette di Patrick Nussbaumer, sicuramente MVP dell’Algund, a cui tutta la squadra manda un abbraccio.

Adesso per i Molotov ci saranno allenamenti off-season e amichevoli, in cui i ragazzi inizieranno a mettere a punto la prossima stagione.   Rimanete perciò sintonizzati su questi schermi… chi cambia canale non ama il floorball!

 

The Big Field Championship ends too.   A difficult season for Floorball Club Milano, who has faced several obstacles, from truancy to injuries, to the difficulty of finding spaces in which to practice 5 on 5.  The latter case in particular has shown that, although the potential of Molotov is high, on Big field the team has had difficulties to play well, while on Small Field it has excelled with 11 won games on 13.

On Sunday 1st of may, in Vipiteno, the boys, with only six players plus the goalkeeper, have crossed their sticks with the youngsters of Algund, a team witha  low average age, but that has showed significant improvement during the championship.

The match immediately becomes difficult for Milano, because after just 2 minutes the boys from Algund mark their first goal. Molotov wake up a bit, and manage quite well the defensive match that they are forced to set up. Only at the end of the period they take a second goal, after a failed power-play.

In the second period, the fatigue starts to bite and the opponents increase their vantage, scoring some nice goals and move to 5-0.  Molotov get just a bit 'bad luck in front of the net, and an injury for Agostoni, that forces the team to have no more players on the bench.

In the third period as the team gives all that is left, and even, with a gesture of pride, manages to tie the period. In fact, after having taken two more goals, the Milano throws itself in the charge of the six (hundred).   After several attempts missed from the excellent (and unfortunate) Lepratto, Rambaldi is able to give a winning assist will falling down to the ground, allowing Lejbowicz to score without hesitation. Then Coduto dribbles a pair of opponents and trick the goalie with a low shot. And eventually Rambaldi shoots a powerful shot that is not held by the goalkeeper, allowing Cova to score on rebound.

The last goal of the game is unfortunately scored by Algund, with a great shot of Patrick Nussbaumer, surely Algund MVP, to which the whole team send a big hug.

Now for Molotov will be off-season trainings and friendly matches, where the guys will begin to set up the next season. So stay tuned… floorball is here!

 

Buona prestazione e sconfitta di misura nel derby

By | News | No Comments

Sunday 17 aprile è stata una splendida giornata di floorball, con la disputa del derby tra il Floorball Club Milano Molotov e i cugini del QT8 Milano Voltures.

Finally buried the hatchet, le due squadre hanno dato vita a un match avvincente, equilibrato, pieno di emozioni, ma soprattutto corretto, and ending with an "third time" post-partita. (Or maybe in our sport we should call it the "fourth time"? Chissà… La cosa importante è che mentre altrove fioccano polemiche e contrasti, noi ci siamo gustati una birra tutti assieme!).

As two referees whistles exceptional, Enrico Agostoni ed Enzo Mallano, che a causa di un buffo effetto di montaggio sono stati forniti proprio dalle stesse due squadre milanesi impegnate a giocare, e che hanno offerto una buona direzione di gara.

I Molotov, presenti in ranghi ridotti e privi di alcuni giocatori di spessore, hanno venduto cara la pelle. 

Nel primo periodo purtroppo partono un po' freddi, e subiscono dopo 5 minuti il primo gol, by the excellent Brambilla, certamente MVP per il QT8.

Nonostante la squadra, ancora alla ricerca di un equilibrio in campo, inizi a creare parecchie occasioni, i rossoblu incassano altri due gol, segnati da Bergamini e di nuovo da Brambilla.  A soli 2 secondi dal primo intervallo però, un tiro potente di Rambaldi, non trattenuto dal portiere, viene ribattuto in rete da Cova.  Si chiude così sul 3-1 la prima frazione di gioco.

Nel secondo periodo il Milano non riesce a sfruttare un power-play, ma trova un secondo gol grazie alla nostra iron-lady Titta, assistita da Cova.   Il match pare perciò riaperto, ma nuovamente i Voltures allungano grazie ancora a Brambilla su passaggio di Moscarello. 

I Molotov continuano a creare sempre più occasioni sottoporta, ma tra pali colpiti da Cova, i tiri fuori di un soffio di Rambaldi e Lejbowicz, quelli parati di Santoro e Ficara, e lo slap-shot sul casco ad opera di Triglia, non si riesce a trovare mai lo specchio della porta. Risultato perciò di 4-2 al termine del secondo tempo.

Lately FC Milano opens the games again, grazie a un corsaro Rambaldi che, in mischia davanti alla porta avversaria, riesce a trovare il back-end vincente.   Poi ancora tante chance di segnare da ambo i lati.  Di nuovo molta sfortuna e una buona chiusura del QT8 sul fronte della porta avversaria, e ottimi interventi difensivi di Lepratto e del nostro portierone sul versante rossoblu. & Nbsp; The episode but closes in negative match for Floorball Club & nbsp; is the fourth "100% personal goals 100 Brambilla", allo scadere di un box-play difeso con le unghie e con i denti, che lascia i Molotov a giocarsi il tutto per tutto togliendo il portiere e mettendo il sesto giocatore di movimento con soli 2 minuti rimasti.

The team does not collect the empty-net goals, ma non riesce nemmeno a trovare la via del pareggio, chiudendo così sul 5-3 the meeting. Partita comunque davvero bella, come ha sentenziato anche il – per una volta – folto pubblico intervenuto. 

Il Floorball Club Milano quindi esce a testa alta dal campo perché, come si suol dire, "He lacked luck, not the value ".

Prossimo e ultimo appuntamento su Campo Grande per i Molotov, la trasferta vipitenese del 1° maggio, to deal with the good guys of the ASC Algund Floorball. & nbsp; Stay tuned…

Sunday, April 17 has been a wonderful day of floorball, with the derby between Floorball Club Milano Molotov and QT8 Voltures Milano.

Finally buried the "war tomahawk", both teams have set up a thrilling match, balanced, full of emotions, but most important thing really full of fair-play, ended with a "third time" post-game. (Or maybe in our sport have we to call it  "fourth time"? Who knows … The important thing is that while elsewhere rained controversy and conflict, we enjoyed a beer all together!).

As the two referees a couple of "VIP whistles", Enrico Agostoni and Enzo Mallano, that due to a funny montage effect were provided by the same two Milano teams, and who have done a quite good match conduction.

The Molotov, who were missing some of their really effective players, have fought like lions.

In the first period anyway the legs still were unfortunately a bit 'cold, and after five minutes came the first goal, scored by the excellent Brambilla, certainly MVP for QT8.

After that the team, still looking for a balance in the field, started to create several goal chances, but took other two goals, scored by Bergamini and again by Brambilla. At only 2 seconds to the end of the first period, however, a powerful shot of Rambaldi, not held by the goalkeeper, has been rebounded in the net by Cova. Thus the first period ends on 3-1.

In the second period, Milano wasted a power-play, but found a second goal thanking to our iron-lady Titta, assisted by Cova. The match was seeming therefore reopened, but again Voltures extend thei vantage again with a goal of Brambilla, assisted by Moscarello.

The Molotov continued to create more and more goal opportunities, but with poles hitten by Cova, shots really close to the net of Rambaldi and Lejbowicz, saved shots of Ficara and Santoro, and the slap-shot on the goalie mask made by Triglia, noone has been able to find the goal. Therefore the score is 4-2 at the end of the second period.

FC Milan reopened the match again in the last period, thanks Rambaldi, that in melee in front of the opponent's goal, found the winning back-end. Then again a lot of scoring chances on both sides. Again bad luck and a QT8 good closing QT8 in the front of the opponent's goal, and an excellent defensive work of Lepratto and of our goalkeeper in the Molotov slot. The episode that ends the match, however, is the fourth goal of Brambilla after a box-play defended till death, leaving the Molotov to gamble all out by removing the goalkeeper and putting in the sixth playe with only two minutes to play.

The team does not collect the empty-net goal, but cannot even find its way to tie the game, that ends on 5-3.  A really nice game, however, as also stated the – for once – large audience preset at the event.

So the Floorball Club Milan leaves the field happy standing tall, because as the saying goes, "missed the luck, not the value."

Next and final appointment on Big Field for Molotov is the trip to Vipiteno on 1st of May, to face the youngsters of ASC Algund Floorball.  Stay tuned…

I Molotov al 5° posto nel final ranking nazionale

By | News | No Comments

Il week-end dei play-off in quel di Vipiteno ha visto il Floorball Club Milano conquistare il quinto posto nel final ranking del Campionato Italiano di Campo Piccolo, con una sola sconfitta sulle tre partite disputate.

Un risultato davvero buono, soprattutto considerando che la squadra ha evitato qualunque strategia di fronte alla strana formula dei play-off (a differenza di altri), e si è andata a giocare a viso aperto i quarti di finale contro i vicecampioni d’Italia (per ben due anni consecutivi) dell' SV Sterzing Volskbank, i quali hanno poi quest’anno vinto lo Scudetto, in una finale mozzafiato contro i bravissimi ragazzi del Gargazon.

 

Nella partita contro il Vipiteno, l’allenatore Davide Cova schiera due linee. La prima è composta da Giorgio Rambaldi in attacco, e Demetrio Triglia e Steffen Fuglerud in difesa. La seconda vede Alberto Coduto punta, e Federico De Carlo e lo stesso Cova difensori. A supporto ci sono Enrico Agostoni, Fabio Lepratto e Isabelle Lejbowicz.   Purtroppo assenti per motivi lavorativi gli ottimi Bencé Kovacs e Matteo Aielli.

Il match si fa subito difficile, perché dopo meno di un minuto il Vipiteno passa in vantaggio grazie al gol del Nazionale Florian Astenwald.  I nostri tengono comunque duro, prima di subire un secondo gol al 7° minuto. 

L’arbitraggio, tipicamente alto-atesino, purtroppo sfavorisce enormemente il Milano, in quanto difficilmente i duri check dello Sterzing vengono fischiati.

Solo a metà del primo periodo vengono finalmente fischiati i primi 2 minuti contro il Vipiteno, per fallo con chiara occasione da rete.  Viene perciò assegnato anche un rigore per il Milano.  Fuglerud lo esegue splendidamente e porta il risultato sul 2-1.

La partita si fa sempre più dura, e altri due gol vipitenesi impattano la porta rossoblu.  Poi, su punizione, il passaggio preciso di Rambaldi consente a Fuglerud di accorciare nuovamente le distanze. Siamo perciò sul 4-2.

C'è tempo, purtroppo, per un altra rete di Vipiteno, prima che si arrivi all'intervallo.

Nel secondo periodo si riaccendono le speranze per i Molotov, giacché prima Rambaldi su passaggio di Fuglerud realizza un gol in power-play, e a seguire Coduto su pass di De Carlo porta il risultato sul 5-4.

A tre quarti della partita perciò lo scarto è minimo, ma purtroppo due belle azioni dello Sterzing terminano in gol, portando lo score sul 7-4.

Cova recupera un altro punto per Milano, dribblando ben due giocatori e stendendo il portiere con uno slap-shot.   Gli avversari rispondono quasi subito.  8-5 e pallina al centro.

A questo punto un calo di attenzione dei nostri probabilmente decide la partita: la squadra si lascia sfuggire l'occasione di riagguantare il Vipiteno, sprecando ben due power-play.

I Molotov però non si danno per vinti anzi tempo, e lottano invece fino alla fine.  Purtroppo manca solo un minuto al termine quando Fuglerud riesce a segnare il sesto gol, e sul risultato ormai irrimediabile di 9-6, i nostri tirano un po’ i remi in barca, e negli ultimi 40 secondi subiscono in rapida successione altri due gol. 

Il risultato finale di 11-6 mostra comunque come il divario tra le due squadre fosse decisamente ridotto, nonostante il più alto tasso tecnico degli avversari, e vede il Floorball Club Milano Molotov uscire a testa alta dal campo.

 

Nella prima partita di piazzamento, contro JRC Ispra, stesse linee della prima partita per 10 minutes, e poi, su risultato già consolidato, si passa ai tre terzetti Lejobowicz-Coduto-De Carlo, Rambaldi-Triglia-Agostoni, e Lepratto-Fuglerud-Cova.

I rossoblu infatti segnano i primi due gol in soli 50 secondi, grazie a Fuglerud e a De Carlo.  Poi un errore di valutazione di Rambaldi consente a Ispra di siglare il primo gol, ma in meno di 3 minuti Fuglerud ne segna altri due, portando il parziale sul 4-1 per il Floorball Club Milano.

Ispra realizza ancora, ma il destino del match è già chiaro.  Rambaldi ruba pallina e scartando il portiere porta la squadra sul 5-2, poi assiste Fuglerud per il 6-2.   C'è spazio per un altro gol di Ispra, ma subito De Carlo pareggia i conti servito da Coduto. Poi ancora Rambaldi su assist di Fuglerud, e a seguire altre due marcature di Coduto: una in solitaria, e l'altra su passaggio di De Carlo.

A pochi minuti dal termine Ispra segna il suo ultimo gol, ma è il dinamico duo Rambaldi-Fuglerud a chiudere le danze, con il primo che propizia il wrist-shot del secondo.   11-4 il risultato, che consente alla squadra di accede alla finale per il 5° posto del giorno successivo.

 

Sunday 3 aprile quindi il Floorball Club Milano ha affrontato i cinghiali del UHC Varese, decisamente sottotono in questi play-off rispetto alle loro solite prestazioni.

La partita volge quasi subito in favore dei Molotov, con un gol di Fuglerud in soli 20 secondi.

il Varese si fa nervoso, e a seguito di un fallo abbastanza duro prende i 2 minuti.   La linea power-play, costituita da De Carlo playmaker, con Fuglerud e Rambaldi come terminali offensivi, realizza grazie a quest'ultimo.

Al 9° minuto Bizzozzero accorcia le distanze, ma il terzo gol dei Molotov non tarda ad arrivare, grazie a Triglia che serve in maniera veloce Rambaldi.

Ancora un fallo da due minuti di Varese per distanza scorretta, e nel secondo power-play va di nuovo in gol Rambaldi, sempre grazie a De Carlo.

Poi una splendida azione, veloce e rocambolesca, vede Lepratto assistere con un passaggio dall'angolo Triglia, che entrato nello slot tira di prima e sigla il 5-1.

Prima dell'intervallo il Varese riesce a realizzare il suo secondo e ultimo gol, grazie a Molinari.

Nella ripresa il Varese, probabilmente a causa della stanchezza sommata al nervosismo, inizia a fare falli sul corpo, e l’arbitro, forse con eccesso di zelo, li punisce tutti con i due minuti.  Altre due situazioni di superiorità numerica per i Molotov, e la linea power-play che implacabile realizza in entrambe le occasioni. Siamo quindi sul 7-2.

A otto minuti dal termine poi, dopo l’ennesimo fallo pesante dei Wild Boars, commesso da Di Battista e sanzionato dall’arbitro, vede il giocatore del Varese reagire con insulti, puniti subito con i 5 minutes.

La penalità, che non si annulla neppure in caso di gol, consente perciò un prolungato power-play per il Milano, che fa bottino con ben tre reti. Le prima siglata dal solito Rambaldi, la seconda frutto di un bel tiro di back-end di Coduto, subentrato allo stesso Rambaldi, e l'ultima realizzata da Fuglerud.

Il match si chiude quindi sul 10 a 2 per FC Milano, che ottiene il quinto posto nella classifica finale.

Ma di di certo, moralmente parlando, la squadra è almeno da quarto posto, conquistato invece da Novara, il quale però è stato schiantato in semifinale dal Vipiteno per 12-3, e che in regular season è stato entrambe le volte regolato dai nostri ragazzi.

La squadra chiude il Campionato di Campo Piccolo con l'ottima statistica 11-2-0. Tutte le altre statistiche invece sono qui.

 

Per concludere, il Floorball Club Milano Molotov vuole ringraziare tuttti quanti per questa splendida stagione di Campo Piccolo.

Grazie a chi ha fatto i salti mortali per esserci e a chi, pur non essendoci, ci ha comunque supportato.

Grazie a chi è stato determinante durante la partita e a chi ha avuto la pazienza di aspettare in panchina.

Grazie a chi è venuto a Vipiteno solo per tifare per noi.

Go Molotov Go!

The play-off weekend in Vipiteno sees Floorball Club Milano catching the fifth place in the final ranking of the Italian Small Field Championship, with only one lost game in three matches.

A really good result, especially considering that the team has avoided any strategy in front of the strange play-offs formula (unlike others), and went to play an open face quarter-final against the runners of Italy ( for two consecutive years) of SV Volskbank Sterzing, who later won the Scudetto this year, in a thrilling finale against the talented boys of Gargazon.

 

In the game against Sterzing, coach Davide Cova composed of two lines. The first one is composed by Giorgio Rambaldi in attack, and Demetrio Triglia and Steffen Fuglerud defense. The second period saw Alberto Coduto tip, and Federico De Carlo and the same Cova defenders. In support there are Enrico Agostoni, Fabio Lepratto and Isabelle Lejbowicz. Unfortunately absent for business reasons the excellent Bencé Kovacs and Matteo Aielli.

The match quickly becomes difficult, because after less than a minute Vipiteno took the lead thanks to a goal of the National Team player Florian Astenwald. Our take, however hard, before undergoing a second goal in the 7th minute.

Arbitrage, typicall of Alto-Adige, unfortunately disadvantages greatly Milano team, as rarely the hard checks of Sterzing are punished.

Only midway through the first period are finally booed the first two minutes against Vipiteno. It is therefore also assigned a penalty for Milan. Fuglerud executes it beautifully and brings the result at 2-1.

The game is getting tougher, and two more goals vipitenesi impact in Milano's net. Then, on a free kick, a precise pass of Rambaldi allows Fuglerud to shorten again the distances.  4-2.

There is time, unfortunately, for another Sterzing goal, before the second period.

In the second period rekindle the hopes for Molotov, as the first step on Rambaldi Fuglerud achieves a power-play goal, and to follow up Coduto pass door De Carlo result at 5-4.

Three quarters of the game so the gap is minimal, but unfortunately a couple of amazing Vipiteno actions end with a goal, bringing the score to 7-4.

Cova retrieves another point for Milan, dribbling two opponents and "killing" the goalie with a slap-shot. Opponents respond almost immediately. 8-5 and ball in the center.

At this point, a drop of our attention will probably decide the game: the team misses the opportunity to catch the opponents, wasting two power-play.

Molotov, however, do not give up, and instead fight to the end. Sadly, there just a minute at the end when Fuglerud manages to score the sixth goal, and the unquenchable result of 9-6, our roll a bit 'the oars, and in the last 40 seconds undergo two more goals in quick succession.

The final result of 11-6, however, shows that the gap between the two teams was significantly reduced, despite the higher technical rate of opponents, and sees the Floorball Club Milano Molotov out heads held high from the field.

 

In the first game of ranking placement, against JRC Ispra, same lines of the first match for 10 minutes, and then we move to the three trios Lejobowicz-Coduto-De-Carlo, Rambaldi-Agostoni-Triglia and Lepratto-Fuglerud-Cova.

The team scores the first two goals in just 50 seconds, with Fuglerud and De Carlo. Then an error of assessment of Rambaldi allows Ispra to score the first goal, but less than 3 minutes Fuglerud marks another two, bringing the partial score on 4-1.

Ispra marks yet, but the fate of the match is already clear. Rambaldi steals the ball and throwing away the goalie carrying the team on 5-2, then Fuglerud assists for the 6-2. There is room for another goal in Ispra, but immediately draws De Carlo accounts served by Coduto. Then again on an assist by Fuglerud Rambaldi, and to follow other two markings Coduto: a solo, and the other a pass from De Carlo.

A few minutes from the end Ispra scores the last goal, but the dynamic duo Rambaldi-Fuglerud close to the dance, with the first wrist-shot that favors the second. 11-4 the result, which allows the team to reach the final for the 5th place the next day.

 

Sunday, April 3 Floorball Club Milan then addressed the boar of UHC Varese, decidedly understated in these playoffs than their usual performance.

The game is coming almost immediately in favor of Molotov, with a goal in just 20 seconds Fuglerud.

Varese you nervous, and following a foul hard enough to take the 2 minutes. The power-play line, consisting of De Carlo point guard, with Fuglerud Rambaldi as terminals and offensive, made possible thanks to the latter.

At the 9 th minute Bizzozzero shorter distances, but the third goal of the Molotov arrives, thanks to Mullen that serves quickly Rambaldi.

Another foul two minutes of Varese to incorrect distance, and the second power-play goal in going back Rambaldi, again thanks to De Carlo.

Then a beautiful action, fast and daring, he sees Lepratto assisting with a pass from the corner Mullen, who came into the slot to pull the code before and 5-1.

Before the break the Varese manages to make his second and last goal, thanks to Molinari.

In the second half Varese, probably because of fatigue added to the nervousness, the body begins to make foul, the referee, perhaps over-zealous, punishes them all with two minutes. Two other situations of numerical superiority to the Molotov, and the power-play line, which produces deadly on both occasions. So we are on 7-2.

Eight minutes from time then, after yet another heavy foul of the Wild Boars, made by Di Battista and sanctioned by the referee, the player sees the Varese react with insults, with 5 minutes immediately punished.

The penalty, which does not vanish even if they have goals, therefore, allows an extended power-play for Milan, which spoils with three networks. The first usually signed by Rambaldi, the second the result of a nice shot of back-end Coduto, who took over at the same Rambaldi, and the last pass on Fuglerud created by Rambaldi.

The match then closes on 10 to 2 for FC Milan, which ranks fifth in the final standings.

But of course, morally speaking, the team is at least fourth place, won instead of Novara, which was, however, crashed to 12-3 in the semifinals from Vipiteno, and that in the regular season was both times set by our guys.

The team finish the championship with an awasome 11-2-0. The other stats are here.

 

Finally, the Milan Molotov Floorball Club would like to thank all those tuttto for this wonderful season of small fields.

Thanks to those who did somersaults to be and to whom, although there is, however, has supported.

Thanks to those who have been crucial during the game and those who had the patience to wait on the bench.

Thanks to those who came to cheer for us just to Sterzing.

Molotov Go Go!

Primi punti su Campo Grande

By | News | No Comments

Dopo la conquista del girone su campo piccolo, per il Floorball Club Milano arrivano anche i primi punti su campo grande!
Saturday 12 marzo infatti la squadra raggiunge il pareggio in una tiratissima partita, svoltasi in quel di Besnate contro i Firelions La Serenissima.

Nel match due i terzetti d’attacco, Coduto centrale con Rambaldi e Vitale come ali, e De Carlo centrale assieme a Santoro e Lejbowicz. In difesa Triglia, Cova e Agostoni a rotazione.

Ad aprire le danze al 2° minuto di gioco è Rambaldi, il quale, sfruttando un errore difensivo, si trova a tu per tu con il portiere, e senza esitazione infila l’1-0.
I Molotov riescono a tenere il risultato per tutto il periodo, nonostante l’arbitraggio un po’ lasco consenta alla squadra di Venezia di imporre un gioco abbastanza duro.

Il pareggio avversario arriva nel secondo tempo, e perciò al 23° la situazione è di nuovo di parità.
Al 7° però un lancio lungo di De Carlo, complice la penetrazione di Lejbowicz nello slot avversario, si trasforma nel gol dalla maggiore distanza mai segnato dalla squadra, quasi 30 metri.
Dopo soli 20 secondi però La Serenissima pareggia ancora, e passa poi in vantaggio sul 3-2 a metà partita.

Nel terzo periodo, dopo qualche aggiustamento nelle linee, Il Milano raggiunge quasi subito il 3-3, con un bell’assist di Coduto a Rambaldi, che in girata realizza la doppietta.
A metà tempo una bell’azione dei leoni si tramuta nel 4-3 per La Serenissima. Ma la squadra non si arrende e reagisce, e a soli 6 minuti dal termine la nostra valchiria Lejbowicz, involatasi sulla fascia, spedisce in rete il gol del 4-4. Un pareggio tutto sommato giusto, risultato di una partita davvero molto combattuta.

Sunday 13 invece una rotonda sconfitta contro il Vipiteno, forte squadra in testa al gruppo della A2. Per Milano c’è stato poco da fare, vista la differenza di livello in campo, e il match si è chiuso sul 13-0, un poco complice anche la stanchezza residua del giorno prima che il Vipiteno invece, avendo disputato solo questa partita nel week-end, non aveva.

Il prossimo appuntamento su Campo Grande è ora quello del 10 aprile a Bolzano, dove i Molotov affronteranno i ragazzi di Algund.
After catching the first position in the group at the end of the regular season on small field, Floorball Club Milano gets its first points on big field!
Saturday, March 12, the team reached a draw in a really rough game, held in Besnate versus Firelions La Serenissima.
In the match two attack trios: Coduto center with Rambaldi and Vitale as wings, De Carlo center with Santoro and Lejbowicz. In defense Triglia, Cova and Agostoni rotating.
First to score is Milano with Rambaldi, who takes advantage of a defensive error which allows him a face to face with the goalkeeper. So it’s 1-0 after 2 minutes of playing.
The team manages to keep the result for the entire period, despite the referee a bit ‘loose allowing the Venice team to impose a game a bit’ hard.
The opponent draw comes in the second period, and therefore a the 23th minute the situation is back in a tie.
On the 7th, however, a long pass from De Carlo, thanks to the penetration of Lejbowicz in the opponent slot, becomes the greater distance ever scored goal by the team, almost 30 meters.
Anyway after only 20 seconds La Serenissima draws aagain, and then goes ahead on 3-2 at 32th minute.
In the third period, after some adjustments in the lines, Milano almost immediately reaches the balance, with a nice assist of Coduto to Rambaldi.
At half period, however, a good action of lions turns into 4-3 in favour of La Serenissima. The team did not give up and react, and at only 6 minutes to the end our valkyrie Lejbowicz shoots the 4-4 goal in the net.
Sunday 13 instead a defeat against Sterzing, strong team leading the group of A2. For Milano nothing to do, given the difference of level on the field, and the match ended on 13-0, a little also because of the residual fatigue of the day before that Vipiteno instead, having played only in this match Weekend, did not have.
The next Big Field event is on April 10 in Bolzano, where Molotov will face Algund.

I Molotov arrivano primi del girone!

By | News | No Comments

Finale con il botto per i Molotov nella regular season del Campionato Italiano di Campo Piccolo!

Il Floorball Club Milano infatti chiude il girone al primo posto, uno storico risultato mai conseguito prima, merito dell'impegno che tutta la squadra ha mostrato quest'anno!

 

Nella trasferta novarese il Milano ha affrontato per primi i cugini del QT8.   

Il coach Cova, che anche questa volta ha scelto di non giocare per meglio amministrare linee e situazioni, schiera i seguenti terzetti: Rambaldi-Fuglerud-Triglia, Coduto-De Carlo-Aielli, Lejbowicz-Kovacs- ancora Fuglerud (che gioca con doppio turno).

Vincere il derby è sempre motivo d'orgoglio, e quindi entrambe le squadre si presentano davvero cariche al fischio d'inizio.

I Molotov però sembrano ancora freddi nelle gambe, e dopo aver subito un gol al secondo minuto di gioco, ad opera di Dozio, ne subiscono altri due ravvicinati a metà del primo periodo, segnati da Bergamini e Cuchetto, entrambi su assist di Grandi.

A questo punto perciò il risultato è 3-0 per il QT8, e altre volte negli anni passati questo sarebbe bastato a chiudere la partita.  La squadra però mantiene la calma, conscia del proprio potenziale. Si passa a due linee, ma solo per la fine di questo tempo, giacché tutti gli uomini della squadra stanno comunque facendo bene.

Le azioni pericolose dell'FC Milano aumentano, e in una ripartenza, direttamente sul rilancio dell'ottimo portiere Pierazzo, Aielli insacca senza esitare il primo gol della rimonta.    A seguire dopo pochi minuti un power play e il gol all'incrocio di capitan Rambaldi, che sfrutta bene lo spazio creatogli dai compagni De Carlo e Fuglerud.

Si chiude quindi in leggero svantaggio il primo periodo. Nel secondo il pareggio non tarda ad arrivare, sempre grazie a Rambaldi, assistito questa volta da Triglia in una concitata azione tutta di prima.  

A questo punto sono gli avversari che non sanno più che pesci pigliare, mentre i Molotov sanno che la partita è loro.  A 5.30 dalla fine Rambaldi pennella un assist per Kovacs, che in scatto riceve e segna, dedicando il gol del sorpasso alla ragazza che lo segue dagli spalti.  Anche stavolta ottima la prestazione di Kovacs, che ha pochi punti in classifica marcatori ma che in realtà offre sempre un gran lavoro in fase difensiva e di costruzione. 

Infine, a meno di due minuti dalla conclusione, Fuglerud arrotonda il risultato sul 5-3 finale, con un altro assist di Rambaldi.

Suona la sirena, e anche nella partita di ritorno il derby è nostro!!!

 

A seguire, nel secondo match della giornata, lo scontro con Novara, che vale la prima posizione del girone. 

Il Floorball Club Milano decide di giocare per vincere, mettendo da parte qualunque tipo di strategia in ottica play-off  (la strana e molto criticata formula di quest'anno prevede infatti che la prima del girone lombardo affronti la fortissima terza del girone alto-atesino, mentre la seconda e la terza lombarde si affronteranno tra loro).

Il coach Cova conferma le linee della prima partita, concedendosi qualche ingresso in campo per evitare ancora il doppio turno a Fuglerud.

Il match ha dell'incredibile, e dimostra come quasi tutto quello che succede nelle partite del Milano siano dettate dallo stato mentale della squadra.  

Infatti, nonostante come all'andata per il Milano sia la seconda partita della giornata mentre per Novara la prima, i nostri entrano convinti in campo e dopo appena 6 minuti sono già sul 3-0.     I tre gol sono di Fuglerud assistito dal portiere, ancora di Fuglerud, e infine di Rambaldi su mirabolante passaggio di rovescio di Triglia.

Al 7° minuto una disattenzione porta al primo gol di Novara, ma dopo poco Fuglerud ricambia in solitaria, portando Milano sul 4-1.

A questo punto la squadra, dopo aver vinto in rimonta la prima partita, decide che il pubblico potrebbe annoiarsi nel vedere una netta vittoria come questa, e spegne il cervello.   Fuglerud prende 2 minutes. De Carlo e Coduto, veri gladiatori del match, difendono alla grande l'intero box play, ma quando escono cambiando con Rambaldi e Triglia, in 35 secondi il Milano prende 2 goal.

A nulla vale la pausa tra i due tempi, perché il malumore per l'esito di nuovo incerto della partita serpeggia nella squadra, e altri due gol novaresi si abbattono sui Molotov.    Il risultato ribaltato è perciò di 5-4 in favore di Novara.    

I ragazzi rossoblu però danno ancora una volta una dimostrazione di carattere, si rimboccano le maniche, e riprendono a macinare del buon gioco, chiudendo di nuovo gli spazi agli avversari e creando occasioni.

Al 30° De Carlo pareggia con una bella azione personale. Al 31° assiste Aielli per il gol del 6-5. Quest'ultimo, che non ha mai smesso di lottare in tutta la partita, al 33° ricambia il favore facendo un ottimo pass a Coduto, che insacca il 7-5. 

A nulla vale il gol di Novara a 54 secondi dal termine, perché Fuglerud sigla il definitivo 8-6 a soli 17 secondi dal fischio finale, che consegna al Floorball Club Milano Molotov il primo posto in classifica del girone, con 9 wins 10 partite.   

Questo eccezionale risultato è merito del lavoro di tutto il team, che ora guarda ai play-off di aprile, in cui affronterà la forte compagine alto-atesina del SV Sterzing Volksbank, per proseguire la corsa allo scudetto.

 

Stay tuned…

Spectacular regular season ending for Molotov team in the Italian Small Field Championship!

The Floorball Club Milano in fact closes at first place of the group, a historic result never achieved before, due to the efforts that the team has made this year!


First match of the day has been versus the cousins of QT8.

The head coach Cova, who once again choses not to play in order to better manage lines and situations, selects the following trios: Rambaldi-Fuglerud-Triglia, Coduto-De Carlo-Aielli, Kovacs-Lejbowicz and again Fuglerud.

Winning the derby is always a source of pride, so both teams are full charged.

Molotov, however, seem still cold in the legs, and after having conceded a goal in the second minute of play, scored by Dozio, allow other two goals at the half of the first period, scored by Bergamini and Cuchetto, both assisted by Grandi.

So the result is 3-0 for the QT8, and other times in the past this would have been enough to close the game. The team, however, calms down, conscious of his potential.

Dangerous attacks done by FC Milano increase, and directly on the pass of the excellent goalkeeper Pierazzo, Aielli scores without hesitation the first goal of the comeback.  A few minutes later followes a power play goal scored by captain Rambaldi, which well uses the room created by his teammates De Carlo and Fuglerud.

The first period eds with this slight disadvantage. In the second period draw does not take long to arrive, again thanks to Rambaldi, assisted this time by Triglia in a frantic action.

Here are the opponents who do not know which way to turn, while Molotov know that the game is theirs. At 5:30 to the end Rambaldi sweeps an assist for Kovacs, who shots on goal, dedicating it to his girlfriend that cheers from the stands. Again an excellent performance of Kovacs, who has few points in the scorer chart, but who actually does always a great job on defense and game construction.

Finally, less than two minutes from the conclusion Fuglerud fixes the rscore to the final 5-3, with another assist by Rambaldi.

..and again the derby is of the Floorball Club Milano!


Next, in the second game of the day, the clash with Novara, which worths the first position of the group.

The Floorball Club Milan decides to play to win, putting aside any kind of playoffs strategy (this year strange and hardly criticized formula states that the winner of the Lombardia group will face the very strong third team of Alto Adige group, while the second and third of Lombardia group will face each other).

The coach Cova confirms the lines of the first game, allowing himself to play sometimes in order to avoid Fuglerud the double turn.

The match has been incredible, showing that almost everything that happens in FC Milano matches are dictated by the mental state of the team.

In fact, despite is the Milano second game of the day while is the first for Novara, the team enters on the field really concentrated, and after just six minutes is already winning 3-0. The three goals are scored by Fuglerud assisted by the goalkeeper, again by Fuglerud, and finally by Rambaldi on an amazing backhand pass of Triglia.

At the 7th minute a defensive error allows the first goal of Novara, but soon Fuglerud scores again signin the 4-1.

At this point the team, after winning comeback in the first game, decides that the audiance might get bored by seeing this clear victory, and turn off the brain.    Fuglerud takes a 2 minutes penalty. De Carlo and Coduto, real gladiators of the match, defending the the whole "box play", but when they come out changing with Rambaldi and Triglia, in 35 seconds Milano takes 2 goals.

It is pointless the break between the two periods, because the bad mood for the uncertain outcome of the match is still into the air, and two more goals of Novara crash on Molotov team.    The result is therefore reversed to 5-4 in favor of Novara.

But the redblue boys give again a demonstration of how tough they are, resuming a good playing, turning off  all the Novara chances to score and creating opportunities for themselves.

De Carlo scores the draw goal on the 30th minute.  At 31th minute De Carlo gives the assist to Aielli for the goal of 6-5. This returns the favor at the 33th minute doing a nice pass to Coduto, who scores the 7-5. It is pointless Novara's goal at 54 seconds from the end, because the final 8-6 goal is scored by Fuglerud at just 17 seconds to the final whistle, which delivers to the Floorball Club Milano Molotv the first place in the group, with 9-0-1 record .

This historic result has been gained due to the hard work of the team, which now looks to the play-offs in April, in which will face a strong team, the SV Sterzing Volksbank.


Stay tuned …

Doppia vittoria per i rossoblu

By | News | One Comment

Una domenica vincente per i Molotov quella della quarta giornata del campionato a campo piccolo.

Nei due scontri previsti i rossoblu portano a casa tutti e sei i punti disponibili, battendo la matricola Sesto S. Giovanni e gli ossi duri Wild Boars Varese.

Nella partita contro Sesto in prima linea Rambaldi-Agostoni-Triglia, in seconda Lejbowicz-De Carlo-Coduto, e in terza Lepratto-Aielli-Kovacs più il supporto di Fuglerud.

Una partenza col freno a mano tirato vede il Milano chiudere il primo tempo “soltanto” sul 3-1, con i gol di Capitan Rambaldi, Triglia e Fuglerud. Nel secondo periodo però la squadra si scioglie un po’: un Triglia scatenato segna un altro gol, Rambaldi altri due, e alla gol fiesta si aggiungono anche Coduto con tre reti e De Carlo che suggella l’ultima marcatura, chiudendo il discorso sul 10-1.

Una partita non eccelsa questa giocata dalla compagine milanese, che in ogni caso porta a casa il risultato dimostrando il miglior tasso tecnico. Comunque buona la prestazione del Sesto, che pian piano mostra segni tangibili di miglioramento.

La seconda partita invece ha tutto un altro registro. Contro il Varese il coach Davide Cova, che ha ammirevolmente preferito non giocare per offrire una migliore gestione della partita, schiera in prima linea Rambaldi-Fuglerud-Triglia, nella seconda Coduto-De Carlo-Aielli, e nella terza Lepratto-Kovacs e di nuovo Fuglerud, il quale ha doppio turno di gioco.

La squadra gira bene, e sfiora il gol parecchie volte con Rambaldi e Lepratto (quest’ultimo ottimo in campo ma davvero sfortunato sotto rete). Sono però Aielli, su assist di Coduto, e poi lo stesso Coduto a portare il risultato sul 2-0 per i Molotov, alla fine del primo periodo.

Nella seconda frazione di gioco però gli avversari reagiscono, e riescono ad agguantare il pareggio grazie a due reti di Volpe. Un’ulteriore allungo dei Molotov, segnato di nuovo dal dinamico duo Coduto-Aielli, viene quasi subito annullato ancora da Volpe.

A questo punto, sul 3-3 e a meno di quattro minuti dal termine, con ottima presenza di spirito il coach Cova passa a due linee, Rambaldi-Fuglerud-Kovacs e Coduto-De Carlo-Aielli. La mossa ha un timing perfetto, e sortisce l’effetto sperato. La squadra si fa sempre più pericolosa, e a soli 1:38 dalla fine Rambaldi segna il gol partita con una bella penetrazione in area avversaria.

A nulla vale il disperato tentativo di Varese di togliere il portiere, perché Coduto, vero gladiatore in questa partita, conquista pallina e infila uno spiovente in profondità, consentendo ad Aielli di segnare l’ “empty net goal” che decreta la vittoria dei Molotov per 5-3.

Ottima prestazione perciò del Floorball Club Milano, che mantiene la testa del girone, seppur in coabitazione con l’UHC Novara.

Adesso riflettori puntati sul 6 March, data della quinta e ultima giornata della regular season. Stay tuned…Winning Sunday for Molotov in the fourth small field championship day.

In the two matches the team brings home all six available points, defeating both Sesto S. Giovanni and Wild Boars Varese teams.

In the match versus Sesto the first line is Rambaldi-Agostoni-Triglia, the second line Lejbowicz-De Carlo-Coduto, and the third one Lepratto-Aielli-Kovacs plus Fuglerud support.

Milano plays with the “handbrake” and concludes the first period “only” 3-1, with goals scored by Captain Rambaldi, Triglia and Fuglerud. In the second period the team relaxes a bit ‘: Triglia scores another goal, Rambaldi other two goals and also Coduto adds himself to the goal fiesta with three goals, while De Carlo scores the last goal, sealing the victory for 10-1 .

Not the best performance for Milano team, which anyway brings home the result showing a higher technical rate, facing a good performance of Sesto S. Giovanni, which gradually is showing tangible signs of improvement.

The second game has a completely different tone. Against Varese coach David Cova, who has admirably chosen not to play to provide better management of the game, puts in the first line Rambaldi Fuglerud-Triglia, in the second one Coduto-De Carlo-Aielli, and in the third on Lepratto-Kovacs and again Fuglerud, which has double turn.

The team runs well, and goes close to score several times with Rambaldi and Lepratto (the latter really good on the field but just really unlucky in front of the net). Then Aielli assisted by Coduto, and then the same Coduto bring the result on 2-0 for the Molotov at the end of the first period.

In the second period, however, opponents react, and reach the draw thanks to two goals scored by Volpe. A further vantage of the Molotov scored again by the dynamic duo Coduto-Aielli is almost immediately canceled again by Volpe.

At this point, on 3-3 with less than four minutes remained to play, cold blooded coach Cova selects two lines: Rambaldi-Fuglerud-Kovacs and Coduto-De Carlo-Aielli. The move has the right timing, and achieves the desired effect. The team gets more dangerous, and at just 1:38 to the end Rambaldi scores the winning goal with a good penetration in the opponent slot.

The desperate attempt of Varese to win removing the goalie is worthless, since Coduto, real gladiator in this match, catches the ball and sticks it in depth, allowing Aielli to score the empty net goal, sealing the victory of the Molotov 5-3.

Great performanceof Floorball Club of Milan, which keeps the leading of the league.

Now the spotlight is on March 6, when the fifth and final day of the regular season will be played. Stay tuned …

Campo Grande: in arrivo il girone di ritorno

By | News | No Comments

Finito il girone di andata, la nuova formula del Campionato a Campo Grande prevede che si suddividano le dieci squadre presenti in classifica nella serie A1 e A2.

Le prime 5 disputeranno il girone di ritorno tra di loro in serie A1 per giocarsi lo scudetto, e altrettanto faranno le altre 5 in serie A2, giocandosi invece la promozione.
Gli ultimi risultati dei Molotov, che a Campo Grande ancora cercano la chiave del successo, li vedono localizzati in fondo al gruppo A2, complici le recenti sconfitte contro le forti squadre alto-atesine di Sterzing (Vipiteno), e Gargazon.

Nella partita contro il SV Sterzing Volksbank, nonostante i due “hat trick” (ovvero una tripletta) di Steffen Fuglerud e di Giorgio Rambaldi, assieme allo splendido gol di Alberto Coduto su assist di Davide Cova, il risultato finale si è asssestato sul 18-7 per gli alto-atesini.

Gargazon invece, complice l’esiguo numero dei giocatori “infiammabili”, ha dominato il match, conclusosi sul 19-1, e solo la splendida punizione con finta ha consentito a Rambaldi di assistere Coduto nel gol della bandiera.

Ora il girone di ritorno aspetta i ragazzi in rossoblu. Impossibile prevedere i risultati: l’unica cosa certa è che la squadra non mollerà fino all’ultimo! Go Molotov Go!

After the first round, in the new Big Field Championship formula the 10 teams will split in the A1 and A2 series.

The first 5 teams will play the second round each other in series A1, to gain for the final victory, and so will the other 5 teams do in A2 series, to catch the promotion.
The latest results of Molotov, which on the big field is still looking for the success key, place them at the bottom of the group A2, accomplices recent defeats against strong teams of Sterzing (Vipiteno), and Gargazon.

In the match against SV Sterzing Volksbank, despite the two “hat trick”s of Fuglerud Steffen and Giorgio Rambaldi, along with the stunning goal of Alberto Coduto assisted by Davide Cova, the fnal score has been 18 – 7 for Vipiteno.

Gargazon instead, thanks to the low number of players “flammable “, has dominated the match, which ended on 19-1, and only the awesome free-kick with mock allowed Rambaldi to assist Coduto in the lone goal.

Now the second round waiting for the boys. Impossible to predict the results: the only sure thing is that the team will not give up until the last second of the last match! Go Molotov Go!